AMIANTO KILLER
Il Tribunale condanna il Ministero per una morte bianca

Tribunale Velletri

VELLETRI – Il Ministero della difesa è stato condannato a pagare 716 mila euro alla famiglia di una dipendente dell’ospedale militare di Anzio morta, secondo il Tribunale di Velletri, per l’esposizione all’amianto mentre si trovava sul posto di lavoro, dunque una “morte bianca”. La donna morì nel 2009 per un mesotelioma. In una nota l’osservatorio nazionale amianto presiduto dall’avvocato Ezio Bonanni di Latina sottoliena come “il Tribunale di Velletrim, sezione lavoro, ha emesso una sentenza storica, riconoscendo la diretta correlazione fra la malattia e l’amianto. Una morte che poteva essere evitate se il Ministero avesse fatto bonificare il sito”. Ora si pensa ad un’azione collettiva per tutti i dipendenti della struttura che, afferma l’avvocato Ezio Bonanni, “era stata costruita con amianto negli anni 50 e poi non c’era stata più manutenzione”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto