AUDIO – IL CORAGGIO DI TESTIMONIARE
Usurati raccontano il loro dramma
Convegno a Piano Rosso

LATINA – “Il coraggio di testimoniare. La necessità di una risposta” è il convegno organizzato dalla Fondazione Wanda Vecchi onlus di Latina che si terrà oggi 14 maggio in località Piano Rosso, nel casale confiscato alla mafia. L’iniziativa servirà a fare il punto sulla situazione dell’usura a Latina e provincia e ad avviare un tavolo di confronto con le istituzioni.

«Il fenomeno è insidioso e in aumento – ha detto il fondatore e consigliere della onlus, Fabio Cirilli – non c’è giorno in cui non si legga sui giornali di operazioni di polizia che rivelano l’esistenza di organizzazioni criminali dedite all’usura. Il fenomeno, ultimamente, è cresciuto in maniera esponenziale, o meglio, emerge in misura maggiore: oggi le vittime capiscono quanto è importante denunciare il “benefattore” di turno, trovano il coraggio di farlo scegliendo in questo modo la via della legalità».

brochure

Attraverso le testimonianze di due usurati, il convegno servirà a incoraggiare le vittime alla denuncia perché se è vero che qualcosa sta cambiando è altrettanto vero che larga parte del fenomeno resta sommerso.

ASCOLTA i dettagli e il senso dell’iniziativa organizzata dalla fondazione dalla voce di Cirilli: audiofabio cirilli 9 maggio 2012]

Ascolta da mobile

Le richieste di aiuto arrivate alla fondazione sono praticamente quadruplicate rispetto allo scorso anno. Ad oggi gli attivisti della fondazione Wanda Vecchi tengono 200 colloqui con soggetti a rischio ogni 4 mesi; nel 2011 se ne contavano 200 all’anno, circa 120 nel 2010. «Il nostro sostegno – ha ricordato Cirilli – è rivolto a famiglie e piccole e medie imprese il cui reddito coincide con quello familiare. Solo nell’ultimo anno abbiamo fatto interventi per 4 milioni di euro, raccogliendo richieste di famiglie con coniugi che hanno perso il lavoro, hanno casa pignorata e un mutuo da pagare e si rivolgono a noi perché non sanno come tirare avanti».

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto