DI MAGGIO LASCIA IL PD PER L’IDV
De Marchis: “Allora si dimetta da consigliere”

Giorgio De Marchis

LATINA  – Dopo il passaggio all’Idv dell’esponente del Pd, Salvatore Di Maggio, Giorgio De Marchis capogruppo del Pd in consiglio comunale a Latina e membro della direzione regionale, scrive una lettera al leader Antonio Di Pietro. Al centro della missiva la “dote” che l’ex Pd porterà al suo nuovo partito: non solo la carica di consigliere comunale di Gaeta, essendo stato candidato a sindaco con Sel e Idv, ma anche quella di consigliere provinciale, che ricopre dal 2009 grazie all’elezione nelle liste del Partito Democratico.

“Sono rimasto colpito – scrive nella sua lettera De Marchis – dalla grande disinvoltura usata da Di Maggio nell’annunciare la “migrazione” in un altro partito. È sconcertante che non abbia assolutamente pensato alle dimissioni da consigliere provinciale”.

 Rivolgendosi a Di Pietro, De Marchis ricorda la condanna più vote espressa dall’ex pm di Mani Pulite sugli onorevoli che cambiavano casacca e annuncia per i prossimi giorni una campagna per chiedere le dimissioni dal Consiglio Provinciale dei consiglieri che hanno cambiato partito e non si sono dimessi (prima di Di Maggio, Alla e Bevilacqua). “Le chiedo  – conclude De Marchis – di sostenere questa campagna e coerentemente con quanto ha detto e scritto in questi anni, di subordinare l’ingresso nell’IdV di Salvatore Di Maggio alle sue dimissioni da consigliere provinciale, perché quel posto non è di sua proprietà, ma appartiene a tanti elettori del Pd che lo hanno votato e sostenuto”.

IL TESTO INTEGRALE  –LEGGI LA LETTERA

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto