IL VITTORIO VENETO NON SARA’ TRASFERITO
La Provincia rassicura la scuola
In Commissione parla il tecnico incaricato delle verifiche strutturali

Shares

Lo striscione esposto per protesta sulla facciata della scuola

LATINA – Arrivano rassicurazioni dalla Provincia sulla vicenda del trasferimento del Vittorio Veneto. Dopo la protesta di studenti e prof, la Provincia, che ha disposto la misura per ragioni di sicurezza, parla di “allarmismo e polemica strumentale da parte di chi ha organizzato il movimento a difesa della scuola.

In effetti, dirigenza, professori e studenti non erano stati mai così uniti su una questione: nessuno vuole lasciare la sede storica dell’altrettanto storico ragioneria di Viale Mazzini, immaginando che il trasferimento non sarà affatto temporaneo, ma un tranello per “decentrare” l’istituto, nell’edificio che già ospita l’altro tecnico commerciale, il Salvemini, e il geometra Sani.

La veemente reazione civica ha innervosito via Costa: “Allarmismo e polemica strumentale”, hanno detto senza mezzi termini durante la riunione odierna della commissione scuola, l’assessore provinciale alle Politiche della Scuola, Giuseppe Schiboni e il Presidente della Commissione Scuola, Vincenzo Palumbo. Nel corso della riunione in Provincia ha parlato il tecnico strutturale, ingegner Monacelli, incaricato della verifica statica del pavimento dell’edificio di Fondazione (l’ingegnere non è stato ascoltato invece dal Consiglio d’istituto che ben volentieri accetterebbe un confronto con le istituzioni).

“L’istituto non verrà trasferito, anzi non l’abbiamo neanche pensato, ma ci preme metterlo in sicurezza per l’incolumità degli studenti, degli insegnanti e per la tranquillità dei genitori”,  dicono in pratica i due politici assicurando che il resto sono solo supposizioni. “I lavori necessari saranno eseguiti celermente e non ci sarà alcun trasferimento”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto