RADUNO BERSAGLIERI
Tappa a Sezze con la fanfara di Nichelino

SEZZE – In occasione del 60° Raduno Nazionale dei Bersaglieri, che si terrà a Latina dal 15 al 17 giugno, Sezze è una delle tappe scelte per ospitare le tante manifestazioni che si stanno svolgendo in questi giorni. Oggi, alle ore 19.00, una delegazione dei Bersaglieri del Comune di Lanciano sarà nella città del comprensorio lepino, presso il “Monumento ai Caduti” (Parco della Rimembranza), per deporre una corona in ricordo delle vittime della Guerra.

Presenzieranno alla cerimonia il Sindaco Andrea Campoli e diversi amministratori locali.
Sabato 16 giugno, invece, è previsto un concerto della Fanfara dei Bersaglieri “Enrico Toti” del Comune di Nichelino che si terrà alle ore 20.00 presso il Centro Sociale “U. Calabresi”.
La sezione “ANB E. Toti” di Nichelino nacque il 4 Aprile 1970 su iniziativa di due bersaglieri: il Cav. Renato Nardi, primo Presidente, e Giorgio Colombari, Presidente attuale.
L’evento natale fu sicuramente assistito dai migliori auspici in quanto nell’arco di tre anni dalla nascita, il giorno dell’inaugurazione, avvenuta il 18 Giugno 1973, festa nazionale dei Bersaglieri e 137° anniversario dalla fondazione del corpo, gli iscritti ammontavano a 160, di cui 120 tra bersaglieri in congedo e loro familiari e 40 simpatizzanti.
Sino a quel giorno nessuna sezione piemontese era intitolata all’eroe nazionale, medaglia d’oro al valor militare, Enrico Toti.
Il presidente nazionale, il Generale Luigi Bonifazi, intitolò la sezione all’illustre e valoroso patriota, presenziando alla cerimonia di inaugurazione.
“La presenza a Sezze di due delegazioni del corpo dei Bersaglieri – ha dichiarato il Sindaco Andrea Campoli – inorgoglisce la nostra comunità. I Bersaglieri sono da sempre simbolo dell’unità nazionale, dei valori di giustizia, uguaglianza e solidarietà, testimoniando il sacrificio di quanti hanno versato il proprio sangue per la Patria, combattendo per la libertà e la convivenza civile, ideali profondamente radicati nel cuore del popolo italiano”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto