ROMA-LATINA-VALMONTONE
Costituito il Comitato per il “sì”

LATINA – Si è costituito il Comitato per la realizzazione della Roma-Latina e della bretella Campoverde-Cisterna-Valmontone. Ne dà annuncio il consigliere regionale, Claudio Moscardelli dopo, e in risposta, la protesta del comitato del “No-Roma-Latina”.

“Ho deciso di costituire il Comitato per la realizzazione dell’autostrada Roma-Latina e della bretella di collegamento con l’autostrada del Sole Campoverde-Cisterna-Valmontone – spiega Moscardelli – Vi partecipano cittadini, amministratori, imprenditori, professionisti, associazioni. La settimana prossima illustreremo il programma di iniziative sul territorio e a Roma per sostenere la realizzazione dell’opera che è fondamentale per la provincia di Latina e per il Lazio. Ho già compiuto i passi necessari per ottenere a breve un incontro con il Ministro per le infrastrutture Passera. Si tratta del più grande investimento per infrastrutture degli ultimi 40 anni”.

IL PROGETTO  – Il progetto è stato definitivamente approvato a luglio 2009 e l’ex governo nazionale di centrodestra ha impiegato un anno a dare il via libera alla realizzazione dell’opera pur essendo disponibili i fondi già dal 2009. “Il governo regionale attuale di centrodestra  – sottolinea Moscardelli in una nota – ha perso un altro anno e mezzo con la sola pubblicazione di un mero bando di manifestazione di interesse alla realizzazione dell’opera, in quanto il CIPE ha subordinato la gara d’appalto vera e propria al superamento del contenzioso con la vecchia società regionale ARCEA creata da Storace che era incorsa nella procedura d’infrazione europea per violazione delle norme sulla libera concorrenza per la realizzazione del cosiddetto Corridoio Tirrenico, ossia una nuova autostrada di collegamento tra Formia e Fiumicino poi ridimensionata nel progetto definitivo approvato a febbraio 2005 sino a Terracina senza l’aggancio all’autostrada in quanto al bretella di collegamento da Campoverde si fermava a Cisterna”.

Rispetto al vecchio progetto di corridoio tirrenico, la novità del progetto approvato definitivamente a luglio 2009 è la realizzazione completa del collegamento con l’autostrada del Sole, unico corridoio europeo esistente. “La bretella  – dice ancora Moscardelli – è il cuore strategico dell’opera che collega l’area industriale nord della provincia con l’autostrada, rompendone l’isolamento. Inoltre, lo snodo a Campoverde è nella direzione di un sistema infrastrutturale di carattere regionale, fungendo da attrattore dell’area industriale sud della provincia di Roma. L’area potrà svilupparsi anche come piattaforma logistica di collegamento con la linea ferroviaria sia ad Aprilia che con Latina Scalo. Allo scopo, con la Giunta regionale di centrosinistra, è stata prevista la tangenziale nord est che collegherà Borgo Piave con la strada Mare-Monti e si riconnetterà con la Pontina, non tagliando più in due la Città come è oggi. Il ritardo ha bloccato quasi tre miliardi di euro e si somma all’assenza di investimenti del governo regionale Polverini che deprime l’economia del Lazio”

 

1 Commento

1 Commento

  1. susanna

    22 Giugno 2012 alle 7:59

    Fatemi capire…il Circolo PD di tor de’ cenci stampa i manifesti contro la bretella A12-Pontina, mentre al consiglio regionale del Lazio il consigliere del PD Claudio Moscardelli costituisce addirittura il “comitato del SI alla bretella”…c’è qualcosa che mi sfugge!!!??
    forse c’è bisogno di un coordinamento perchè se c’è un tale disaccordo a livello locale non oso pensare cosa ci sia a livello nazionale…come si pretende di avere i consensi alle prossime elezioni?

Lascia un commento

Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto