BASEBALL CONTRO IL CANCRO
Ad Anzio glorie in campo per beneficenza
In memoria di Stefano Pineschi

ANZIO – E’ stato presentato questa mattina presso Villa Sarsina, sede del Comune di Anzio, l’evento di baseball e solidarietà “Stefano7baseballmeeting”, in programma il 2 settembre a partire dalle 15,30 allo stadio “Reatini” di Anzio.

“Il pomeriggio di sport, divertimento e beneficenza sarà solo la parte conclusiva di un percorso avviato nei mesi scorsi per ricordare Stefano Pineschi, un amico che ci ha lasciato a soli 41 anni per un tumore –  spiegano gli organizzatori della manifestazione  – Con “Stefano7baseballmeeting” sono stati messi insieme il suo nome, il numero della casacca che indossava e l’idea di un incontro che metta insieme lo sport condiviso con Stefano, ma anche l’impegno concreto a fare qualcosa per chi ogni giorno lotta contro i tumori”.

Ne è nato un evento di beneficenza che vedrà in campo giocatori che hanno fatto la storia del baseball italiano. Obiettivo:  acquistare un blocco di poltrone per la chemioterapia da donare al day hospital oncologico dell’ospedale di Anzio-Nettuno,  come suggerito dal Comitato per la lotta contro il cancro di Anzio e Nettuno presieduto da Franco Meconi.

 “Ringraziamo tutti gli sponsor che ci stanno sostenendo – ha detto Daniele Leonardi, presidente del comitato organizzatore – la famiglia di Stefano, il Comune di Anzio e quello di Nettuno per il sostegno, la Fibs e l’Anzio baseball per la loro vicinanza. La partita sarà solo un pretesto, abbiamo realizzato delle magliette legate all’evento con la vendita delle quali contiamo di raggiungere il nostro obiettivo”.

 “Sono io che ringrazio voi per quello che state facendo – ha detto Marcella, la mamma di Stefano – questo sport era la grande passione di mio figlio, l’evento sarà il modo migliore di ricordarlo aiutando chi ci è stato molto vicino durante la sua malattia”. Il set di 4 poltrone completo costa 22.000 euro

L’evento è inserito dalla Fibs nel programma dell’Italian baseball week e il presidente Riccardo Fraccari ha fatto arrivare un suo messaggio. “Il baseball unisce le persone ed è passione. E’ quindi assolutamente conseguente che ad un evento legato al baseball si abbinino iniziative a scopo benefico. Questa a favore del reparto di Oncologia dell’ospedale di Anzio e Nettuno è certamente meritevole di attenzione e sostegno”.

 Daniela De Franceschi, infermiera a oncologia e componente del Comitato contro il cancro Anzio-Nettuno ha spiegato: “Le poltrone di ultima generazione si trasformano in veri e propri letti, con la possibilità di fornire ai pazienti una qualità di assistenza migliore. Quelle che abbiamo sono ormai superate, so che la solidarietà può fare molto. Stefano era un mio amico – ha concluso – e questo è il modo migliore per ricordarlo” .

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto