CAROSO FESTIVAL
La chitarra protagonista della kermesse
Audio

LATINA – Un appuntamento che da anni scandisce l’estate laziale attraverso il coinvolgente suono delle sei corde: è il Caroso Festival, manifestazione itinerante e di ampio respiro internazionale, dedicata alle molteplici espressioni della chitarra, in programma dal 31 luglio al 5 agosto in alcune delle più belle location dei territori di Sermoneta, Lanuvio, Formia, Pontinia e Ponza.

 ASCOLTA L’INTERVISTA AL MAESTRO RAPONI

 audiocaroso 2012]

La rassegna giunta alla diciottesima edizione, come sempre ideata e diretta dal Maestro Stefano Raponi, coadiuvato dal Maestro Massimiliano Romano, si avvale del patrocinio dei comuni che ospitano di volta in volta l’evento.

Sei giorni da vivere all’insegna di musica di qualità. Questo infatti è il segreto del successo del “Caroso”, un festival che è cresciuto e si è consolidato nel tempo divenendo in tal modo l’appuntamento fisso ed imprescindibile dell’estate laziale.

Il primo appuntamento è fissato per martedì 31 luglio alla Corte del Palazzo Comunale di Formia con il Duo Cardozo proveniente dall’Argentina, composto da Pablo Cardozo 29enne e Mauro Cardozo 34enne da Buenos Aires; suonano insieme da più di 10 anni, invitati in molti festival musicali in Argentina, Germania, Italia, Francia, Olanda, Danimarca, Svizzera, Austria e Belgio. Ci presenteranno una visione originale della storia del tango.

Si passerà poi mercoledì 1 agosto al Castello Caetani di Semoneta con Eugenio Becherucci, musicista di Latina, da tempo presente nel panorama musicale internazionale: si è diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio Refice di Frosinone e da più di vent’anni è titolare di cattedra nei maggiori conservatori italiani, da Adria, La Spezia, Campobasso, Bologna. Il repertorio spazierà da composizioni personali, a Lorca passando alla popolare italiana.

Il 2 agosto vedrà di scena al Teatro Polivalente di Lanuvio l’italiano Bruno Giuffredi che suona con chitarre costruite tra il 1933 e il 1957 dal liutaio Pietro Gallinotti e proporrà composizioni di Tarrega, Bach, Villa-Lobos e Torresan tra gli altri.

Venerdì 3 agosto l’ospite d’onore del Teatro Fellini sarà Gilson Antunes, uno straordinario chitarrista classico brasiliano. Nato a Ilha Solteira, São Paulo, Brasile, comincia a suonare la chitarra classica nel 1982 con Carlos Fernandes. In seguito ha anche studiato con Levy Harzer e Sidney Gimenes. Ha registrato vari dischi dal 1997. Il più importante comprende “Music for Guitar By giovani compositori brasiliani” – con opere a lui dedicate da musicisti della sua generazione – e “para Obras de Américo violão Jacomino Canhoto”, considerato il suo CD più conosciuto. Il repertorio spazierà da Roberto Victório a Agustin Barrios Mangoré passando per Federico Mompou, Giacomino e altri ancora.

 Doppio appuntamento per il gran finale della diciottesima edizione, sabato 4 e domenica 5 agosto rispettivamente nella chiesa di San Silverio e Santa Domitilla e Cala Caparra dell’incantevole isola di Ponza vedrà protagonista il portoghese Pedro Rodrigues. Vincitore del concorso Sor (Roma), Premio Giovani Musicisti (Lisbona), Pedro Rodrigues ha iniziato gli studi musicali all’età di 5 e lo studio della chitarra classica a 9 con José Lopes Mesquita con i quali ha completato il suo corso di studi con il massimo dei voti e come destinatario della borsa di studio Gulbenkian. E’ spesso invitato a tenere master class nelle Università in Europa, Nord e Sud America, Africa e Asia. Pedro Rodrigues ha suonato in prima mondiale opere (solo, da camera e concerti per chitarra e orchestra) di compositori tra i più quotati di tutti i tempi. Per l’occasione presenterà opere di Georg Friedrich Händel, António Pinho Vargas, Nuno Guedes De Campos e Johann Sebastian Bach.

Info: 328.2729468.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto