EX ICOS AL DEMANIO
E il Comune riceverà tre edifici storici

Il palazzo ex Icos sulla Pontina

LATINA – Si chiude con un accordo che assegna al Comune tre edifici storici, la vicenda dell’ex Icos, il palazzo diroccato sulla Pontina che nei progetti dell’ex sindaco Zaccheo doveva diventare sede della Guardia di Finanza.

Il responsabile dello staff del Sindaco Di Giorgi,  Giacomo Mignano, ha incontrato i rappresentanti del Demanio che si stanno occupando dell’edificio, per trovare una soluzione. Lo stabile, di proprietà comunale, era stato oggetto di un apposito protocollo d’intesa tra la passata amministrazione e il Demanio, in base al quale il bene sarebbe passato al Demanio per ospitare la sede della Guardia di Finanza. Il provveditorato alle Opere Pubbliche si sarebbe fatto carico dei lavori di ristrutturazione dell’edificio. In cambio, il Comune avrebbe ottenuto altri beni, da individuare.
“Oggi  – spiegano dal Comune – si è arrivati alla quantificazione del valore della contropartita per giungere ad un accordo che prevede: il passaggio della proprietà dell’edificio ex Icos al Demanio, per farne la sede della Guardia di Finanza; il Comune di Latina riceverà la proprietà di tre dei quattro edifici individuati e attualmente di proprietà demaniale:
1) Circolo Cittadino (piazza del Popolo)
2) Casa del Combattente (piazza S. Marco)
3) Casa dei Cursori (edificio dietro l’ex Garage Ruspi)
4) Edificio ex Teti (piazza del Popolo, attuale sede dei Servizi Sociali)
a) l’accordo prevede inoltre che Palazzo “M” torni nella disponibilità della città, con un comodato perpetuo a favore del Comune.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto