LATINA – VERTENZA POSTE
Cisl: “Fumata grigia, l’azienda vuole chiudere i sei uffici”

Poste Italiane

LATINA – Fumata grigia nell’incontro di oggi fra organizzazioni sindacali e Poste Italiane per la chiusura di 6 sportelli provinciali. Nelle intenzioni dell’azienda vi è di chiudere gli uffici di La Fiora a Terracina,Trivio a Formia, Tremensuoli a Minturno, Sermoneta, San Felice Circeo e Le Forna a Ponza. “Un vertice di grande importanza – scrive la Cisl Slp – perché investe sia il destino di sette unità lavorative, sia gli interessi di migliaia di cittadini che si rivolgono a Poste Italiane per i relativi servizi”. Luciano Notarianni, segretario generale della Cisl-Slp di Latina, ha commentato: “Pur comprendendo le esigenze dell’azienda, non possiamo condividerne le modalità di applicazione. Quella che si sta ponendo in atto è una decisione che rischia innanzitutto di creare non pochi disagi ai lavoratori addetti a questi uffici. Ricordiamo che stiamo parlando, per la maggior parte, di uffici postali con un solo operatore, ma che anche per il caso di Ponza, dove la chiusura interessa due unità, questi lavoratori rischiano di essere destinati ad uffici molto distanti e soprattutto difficoltosamente raggiungibili. Ma ciò che più preoccupa è che questa impostazione rischia di rendere difficoltosa la fruibilità dei servizi di Poste Italiane da parte degli utenti, con ciò comportando non pochi disagi a categorie, come gli anziani, che facevano della prossimità dello sportello uno dei motivi per cui utilizzano i servizi Poste Italiane”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto