RADUNO DI LIBERA
A Latina Caselli e Sabella
Le stragi e la Trattativa

Il Villaggio della Legalità di Sabotino sede del terzo Raduno dei giovani di Libera

LATINA – Si parlerà delle stragi del ’92 e del ’93 e della trattativa Stato -mafia ,al Terzo Raduno Nazionale dei Giovani di Libera che si svolge fino al 30 luglio presso Borgo Sabotino, bene confiscato di oltre 4 ettari in Provincia di Latina. Domani 28 luglio alle 10,30 sul palco centrale del Villaggio della Legalità di Borgo Sabotino, gli oltre 300 giovani partecipanti che incontreranno i magistrati Gian Carlo Caselli e Alfonso Sabella.

20 ANNI! Il tema del raduno di quest’anno. Vent’anni è il tempo trascorso dalle stragi del 1992, ma vent’anni sono anche l’età di molti giovani della rete di Libera, giovani che si rimboccano le maniche quotidianamente e che sono nati dopo quei fatti. Nel pomeriggio di domani 28 luglio protagonista del Campo di Libera, il presidente nazionale dell’Associazione Don Luigi Ciotti che alle 17,30 salirà sul palco centrale per una testimonianza “da Narcomafie a Libera, organizzare la reazione”. La sera concerto alle 21,00 del gruppo A67 , band di Scampia.

Il campo prosegue fino al 30 luglio con gruppi di lavoro durante il quali i ragazzi lavoreranno per costruire un ‘mazzo di fiori’ su cui saranno scritti i loro pensieri rispetto al tema affrontato. Ogni ragazzo scriverà su un petalo e insieme costruiranno questi fiori, con i colori di Libera (giallo, fucsia e arancione).Il mazzo composto sarà dato in dono al relatore successivo, in modo da affidargli parte del lavoro svolto nella giornata precedente. I ragazzi costruiranno anche degli aquiloni con gli impegni che intendono prendersi per il prossimo anno sociale e gli aquiloni saranno fatti volare l’ultimo giorno. Inoltre il 29 luglio sera saranno accese e liberate nel cielo sopra Borgo Sabotino delle lanterne volanti.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto