RIORDINO DELL’AVVOCATURA
Succede al Comune di Latina

Comune di Latina

LATINA – L’Amministrazione sta provvedendo al riordino del settore avvocatura del Comune. Il Sindaco Giovanni Di Giorgi, d’intesa con l’intera maggioranza, al termine di proficui incontri anche alla presenza dell’Ordine degli Avvocati, ha definito con la fattiva collaborazione degli Avvocati del Comune una serie di specifici interventi, peraltro in linea con quanto deliberato dalla Giunta municipale in data 17.07.2012, in merito alla riorganizzazione dell’intera macchina amministrativa dell’ente comunale. Tali interventi sono orientati a migliorare ulteriormente l’efficienza del servizio affidato all’Avvocatura Comunale nel contesto di una necessaria razionalizzazione delle risorse economiche disponibili.
L’iniziativa avviene nell’ambito del percorso di revisione della macchina amministrativa e di razionalizzazione della spesa dell’ente, già avviato con altri specifici provvedimenti, per cui l’Amministrazione comunale ha effettuato le apposite verifiche e approfondimenti inerenti l’attività dell’Avvocatura comunale.
L’obiettivo è quello di valorizzare al massimo il lavoro delle professionalità dell’avvocatura esistenti, ribadendone la piena autonomia, concentrando e razionalizzando il lavoro dell’Avvocatura stessa, dando seguito alle seguenti priorità dell’Amministrazione:
1) porre in essere tutti gli atti per evitare che l’Amministrazione sia coinvolta in contenziosi. Per fare questo è necessario un articolato e complesso lavoro preparatorio, con l’Avvocatura comunale chiamata a mettere a disposizione degli uffici comunali la sua esperienza in modo da incrementare il numero dei pareri che possano indirizzare gli atti amministrativi ed evitare all’Amministrazione stessa costosi ed evitabili contenziosi;
2) cercare di chiudere al meglio i contenziosi che si generano periodicamente. L’Avvocatura, d’intesa con gli uffici, è chiamata a trovare gli accordi e le iniziative per chiudere al meglio i contenziosi ed evitare aggravi di costi per l’Amministrazione comunale;
3) al fine di consentire il soddisfacimento delle due precedenti priorità, è necessario rafforzare il complesso lavoro giurisdizionale demandato all’Avvocatura comunale, anche attraverso il ricorso a professionalità esterne, con particolare riferimento al Foro locale.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto