SANITA’
Consegnato l’uroflussometro al Goretti

LATINA – L’assessore comunale ai servizi sociali, Patrizia Fanti, ha partecipato, presso l’Ospedale S.M. Goretti di Latina, alla cerimonia ufficiale di consegna al Reparto di Urologia dell’uroflussometro, di ultima generazione, con tecnologia wireless, da parte del Rotary Club Latina Circeo. A presiedere la consegna c’era il Presidente del Rotary Club Latina Circeo Marco Rustici. All’evento, presentato dal Primario del Reparto di Urologia Dott. Pellegrino, sono inoltre intervenuti, oltre all’Assessore Fanti, l’Assessore Regionale al Turismo l’On. Stefano Zappalà, il Direttore Sanitario e Primario di Neurochirurgia Prof. Stefano Savino, il Primario di Chirurgia Dott. Marco Sacchi, il Dott. Fabio Ricci, il Dott. Saralli, il dott. Cosentino, la Caposala del Reparto di Urologia Sonia Salata e tutta l’Equipe infermieristica e paramedica.
Il Dott. Pellegrino ha sentitamente ringraziato il Presidente Marco Rustici e tutti i Soci del Rotary Club Latina Circeo per la donazione, sottolineando la necessità e l’utilità di tale apparecchiatura che risultava mancante al reparto da tanto tempo. Tale mancanza aveva infatti prodotto una lista di attesa di oltre quattrocento persone. Ora, grazie alla messa in funzione, potranno essere esaminati una media di oltre 10 pazienti al giorno. Il Presidente Marco Rustici ha poi ribadito la piena attenzione e disponibilità di tutti i Soci del Rotary Club Latina Circeo, da sempre sensibili alle problematiche della collettività. Infine l’Assessore ai Servizi Sociali Patrizia Fanti ha sottolineato la qualità e l’eccellenza raggiunta dall’Ospedale S.M. Goretti, concetto ribadito anche dall’On. Zappalà, che peraltro ha messo in evidenza come il ns. Ospedale sia cresciuto in termini dimensionali, essendo la seconda struttura del Lazio per numero di accessi al Pronto Soccorso, superato solamente per tremila unità dal Santa’Andrea di Roma, ma avanti ad altri importanti nosocomi della Capitale, quali il Policlinico Gemelli, il San Camillo ed il S. Giovanni Addolorata.

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto