“BICICLETTE” IN COMMISSIONE
Prove d’intesa sulla messa in sicurezza della pista
Al Lido strisce blu sugli stalli delle dueruote

LATINA – Latina in Bicicletta” e “Latina Ciclabile – FIAB”, rappresentate da Dario Bellini e Bruno Mucci, hanno partecipato questa mattina alla riunione della Commissione Viabilità e Trasporti del Comune di Latina. E mentre politici e tecnici cercano l’intesa sui metodi di messa in sicurezza della pista ciclabile Latina-Lido, il gestore dei parcheggi a pagamento, Urbania, dipinge di blu anche gli stalli riservati alle dueruote. Ma andiamo per ordine.

IN COMMISSIONE – L’audizione di oggi arriva (su richiesta delle associazioni pro-bici) dopo la notizia che la messa in sicurezza della pista ciclabile sarebbe stata operata istituendo l’obbligo per le bici di dare precedenza alle auto nei punti di intersezione. Una notizia smentita  dal presidente di Commissione Roberto Lodi che ha invece confermato la decisione di installare “una serie di cartelli e un’adeguata segnaletica orizzontale, per aumentare la sicurezza salvaguardando così, l’incolumità dei ciclisti e dei pedoni”. Ed è qui che intervengono le associazioni che si battono per la mobilità alternativa all’auto che in sede di commissione hanno proposto una serie di interventi e suggerimenti, corredati di tavole, e proposto l’istituzione di un percorso Latina-Ninfa-Cavata

“Latina in Bicicletta” e “Latina Ciclabile – FIAB” hanno proposto  – spiegano Dario Bellini e Bruno Mucci – tutta una serie di soluzioni che se adottate aumenterebbero la sicurezza sulla pista ciclabile di via del Lido, come realizzare una zona “cuscinetto” tra pista ciclabile e via del Lido, in prossimità di Via Lentisco (alla fine della discesa che parte da via Nascosa), per permettere alle auto di superare in sicurezza la doppia intersezione. Abbiamo anche puntato il dito sul pericoloso incrocio semaforico all’altezza del Morbella, dove moltissimi ciclisti e pedoni rischiano di essere investiti a causa di una pessima visibilità ed una carente segnalazione. Sono state inoltre presentate le diverse attività che i due movimenti portano avanti in città, finalizzate alla promozione della bicicletta, sottolineando l’importanza di una partecipazione fattiva da parte dell’amministrazione. E’ stato presentato una progetto di un percorso turistico che prevede l’utilizzo della bicicletta, della canoa e del cavallo, da realizzare sul territorio”.

Una “lezione” che sembra abbia riscosso  successo (il condizionale è d’obbligo).

IL PD BACCHETTA URBANIA-  Intanto mentre i ciclisti non sono riusciti ad ottenere nemmeno le rastrelliere per il parcheggio sulla parte sinistra del Lungomare (da Capoportiere a Rio Martino)  arriva un’altra sorpresa: il consigliere comunale del Partito democratico Fabrizio Porcari denuncia il comportamento della società che gestisce i parcheggi a pagamento che sul lungomare ha completamente cancellato gli stalli per i mezzi a due ruote, coprendoli con strisce blu per le macchine facendoli diventare parcheggi a pagamento. Anche questo punto è stato oggetto di discussione nella seduta odierna della commissione viabilità.

«Le regole ormai sono stabilite dal gestore privato che decide a suo piacimento dove e come posizionare le strisce blu – dice Porcari –   La cancellazione dei stalli causa molti problemi a chi si muove sulle due ruote, soprattutto se, come accaduto nelle scorse settimane sul lungomare di Latina, se si parcheggia lo scooter nei pressi di un chiosco i vigili urbani arrivano a fare le multe perché i mezzi sono fuori dagli stalli.Ma gli stalli per le due ruote non ci sono». Porcari ha chiesto l’immediata verifica delle strisce blu sul lungomare di Latina.

Solo pochi giorni fa il Comitato Bugia Blu aveva denunciato la presenza di strisce blu nei posti riservati ai mezzi di trasporto pubblico.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto