LATINA – TUTELA AMBIENTALE
Il Pd punta al rilancio di un’economia sostenibile

Veduta aerea della centrale del Garigliano

LATINA – “Nella provincia di Latina per anni le politiche adottate non sono state sufficienti a tutelare i cittadini e a risolvere le emergenze territoriali. Non si tratta di fare nuove leggi: anzi, quello che dobbiamo fare è solo applicare quelle esistenti”. Enrico Forte, segretario provinciale del Pd di Latina, interviene sulle risorse ambientali del territorio pontino, a rischio a causa dell’inquinamento. “La marina di Latina, un luogo eccezionale per la concomitanza di mare, macchia mediterranea, dune, lago di Fogliano, parco del Circeo: eppure per colpa di due o tre depuratori malfunzionanti – afferma Forte – la sua condizione è ai minimi termini e la fruizione limitata non consente uno sviluppo del turismo. Pensiamo poi alle centrali nucleari: solo di pochi giorni fa la notizia di un deposito illegittimo di una tonnellata di rifiuti tossici nell’area del Garigliano, proprio al confine della provincia latinense. Non fermiamoci qui e chiediamoci, ad esempio, quale sia lo stato di salute dei canali che scorrono vicino alle aree industriali presenti sul nostro territorio. A pochi metri di distanza da noi si vive un dramma così grande che si fatica ad avere il coraggio di ragionarci, quello relativo alla Valle del Sacco e al disastro ecologico che si rischia in quella zona. Il nostro territorio è ricco di risorse ambientali senza eguali in Italia: per evitare che perda definitivamente la sua vocazione turistica, prima ancora che essa possa diventare un volano per l’economia, a causa di ferite ecologiche difficilmente rimarginabili, è necessaria una immediata verifica del rispetto delle norme da parte di tutti gli impianti industriali, e la conseguente messa al bando di tutti gli scarichi abusivi. Inoltre, la classe politica deve mobilitarsi, senza distinzione di schieramento, per sviluppare progetti di riqualificazione delle aree marine da Latina fino a Minturno. Solo così è possibile preservare l’area della nostra provincia, e garantirne tutele future utili alla salute dei cittadini, ma anche allo sviluppo di un’economia ecosostenibile”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto