GIUSTIZIA, SCIOPERO PER EVITARE I TAGLI
Di Giorgi: “Ricorso alla Consulta”

Tribunale di Latina

LATINA – Uno sciopero di otto giorni dall’8 al 16 ottobre e una petizione popolare per scongiurare l’ormai decisa soppressione delle sedi distaccate di Terracina e Gaeta del Tribunale di Latina e l’accorpamento di quest’ultima a Cassino. E’ quanto ha deciso ieri l’assemblea degli avvocati di Latina tornata a riunirsi dopo le brevi ferie estive nell’aula di Corte D’Assise in piazza Buozzi.

Il sindaco Giovanni Di Giorgi, che ha preso parte alla riunione nella doppia veste di avvocato e primo cittadino ha sottolineato che  una delle iniziative da adottare è quella del ricorso alla Corte Costituzionale da parte della Regione sul provvedimento del Governo. “Non si tratta di una questione di campanilismo e non si può ignorare la specificità del territorio suscettibile ad infiltrazioni della criminalità, come hanno dimostrato anche recenti episodi di cronaca”,  ha detto Di Giorgi.  “Da parte mia ritengo che una delle iniziative da adottare sia quella del ricorso alla Corte Costituzionale da parte della Regione sul provvedimento del Governo. Come è emerso bene anche da questa assemblea qui non si tratta di una questione di campanilismo – ha detto il sindaco – ma far passare questa riforma per un risparmio di costi non risponde alla realtà. Inoltre non si può ignorare la specificità del nostro territorio suscettibile ad infiltrazioni della criminalità, come hanno dimostrato anche recenti episodi di cronaca. In caso di smantellamento degli uffici giudiziari è evidente che avremmo gravi ripercussioni sul controllo del territorio rispetto alla criminalità. Ma è importante anche agire in maniera compatta a livello istituzionale e sociale per far valere le nostre posizioni e difendere le prerogative del nostro territorio. Per questo sono al vostro fianco e da parte mia ho già riunito, nei mesi precedenti, la Conferenza dei Sindaci per prendere una posizione chiara e unanime sull’emergenza Giustizia nel nostro territorio. Si tratta di una iniziativa assunta al fine di coinvolgere le istituzioni della nostra provincia in azioni comuni e incisive per dire no alla soppressione delle circoscrizioni giudiziarie di Gaeta e Terracina e, più in generale, per sollevare l’attenzione sui gravi problemi della Giustizia in provincia di Latina”.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto