LA SCUOLA IN CONSIGLIO PROVINCIALE
Davanti all’assise la relazione della Calvosa
Visari: “Manca la programmazione”

LATINA – A pochi giorni dall’avvio dell’anno scolastico, la situazione della scuola pontina è stata illustrata dal dirigente dell’ufficio provinciale scolastico, Maria Rita Calvosa nel corso del consiglio provinciale di oggi.

I NUMERI – Sono 82.516 gli alunni iscritti a scuola nell’anno accademico 2012-2013; di loro si occupano 6180 docenti e 1840 dipendenti Ata.

74 sono in tutto gli istituti scolastici sul territorio provinciale, 10 di questi però sono sottodimensionati e per poter sopravvivere dovranno essere accorpati con altri. E’ il caso, per esempio, dello storico Liceo in cui a Gaeta compì gli studi Pietro Ingrao: non ha i numeri per resistere. A Latina sotto i 600 iscritti, e quindi sottodimensionato, è invece il Liceo Artistico, solo per citare due casi.

Tra le mega scuole, al contrario,  figurano il liceo scientifico Majorana di Latina con 1600 alunni (una parte di loro frequenteranno nelle aule dell’Einaudi individuato come succursale); segue il Manzoni, a quota 1300, e l’altro liceo scientifico, il Grassi, che tocca i 1200 allievi.

2600 sono infine i ragazzi che necessitano di pedagogia speciale, con un insegnante dedicato, mentre i docenti di sostegno non arrivano a mille.

Mauro Visari del Pd: “I numeri illustrati dalla dottoressa Calvosa ci spiegano che la scuola è un settore centrale nella vita dei pontini, che manca di adeguata programmazione. Mancano studi sulla dispersione scolastica e gli investimenti sono insufficienti” ASCOLTAaudiovisari scuola]

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto