NE’ PRIVILEGI NE’ SPRECHI
La Uil scende in piazza per il referendum

LATINA – La UIL di Roma e del Lazio ha deciso di rafforzare l’azione di promozione di un  referendum per l’abolizione del vitalizio previsto per i consiglieri e gli assessori regionali del Lazio e a favore di una proposta di legge regionale tesa a ridurre le spese relative al funzionamento delle istituzioni regionali.  Per questo, da domani 11 settembre e fino a giovedi 13 settembre, per l’intera giornata un gazebo della Uil sarà in piazza del Popolo a Latina, per informare le persone sui contenuti della proposta e per raccogliere le sottoscrizioni a referendum e proposta di legge.

“Già nel corso della pausa estiva – precisa Luigi Garullo Segretario Generale UIL Latina – sono state attivate molteplici azioni di informazione dell’iniziativa per far arrivare ai cittadini questo importante messaggio, ma è soprattutto in questi giorni che la campagna di sensibilizzazione ha preso sostanza e velocità, con l’affissione di 500 manifesti, nei principali comuni della provincia, ma anche locandine – continua Garullo – che gli esercizi commerciali espongono volentieri, segno che il dissenso per la politica di sprechi della regione Lazio, è arrivato davvero in profondità, infatti ci aspettavamo un riscontro da parte dei cittadini, ma non ci aspettavamo una partecipazione così motivata e popolare di ogni strato sociale della cittadinanza.

Non credo – conclude Garullo – che mentre si impongono sempre maggiori sacrifici alle famiglie, con una sanità che nel Lazio ha problemi economici pesantissimi, si possa ancora tollerare che la Regione Lazio invece di tagliare i costi, distribuisce allegramente vitalizi allargandoli agli assessori, con la beffa di estendere addirittura retroattivamente il beneficio anche agli eletti della passata legislatura, per questo – tira corto Garullo – abbiamo deciso di dire no ai vitalizi».

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto