PRESA LA BANDA DEGLI ESCAVATORI
Undici in manette, tra cui due pontini

LAZIO – Ci sono anche due pontini, un uomo di Aprilia di 60 anni e il nipote, tra gli 11 arrestati nell’operazione dei Carabinieri che ha sgominato una banda specializzata nel furto e riciclaggio di macchine per il movimento terra, autogru e macchine agricole. A capo del gruppo malavitoso, tra cui anche 2 romeni, un pluripregiudicato di origine calabrese, che ne aveva fatto un mestiere. I colpi sono stati messi a segno nelle province di Latina, Roma, Frosinone e Rieti. I mezzi rubati venivano poi ‘ripulitì, ritoccandone il numero di telaio. Durante le indagini sono stati recuperati una decina di escavatori e carrelli sollevatori, risultati rubati e pronti per essere immessi nel mercato illegale dei ricettatori, per un valore complessivo di oltre un milione di euro.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto