QUANTO COSTA IL CONSIGLIO REGIONALE
La Commissione Bilancio rinvia la discussione

Consiglio regionale

LATINA – La commissione bilancio della Regione Lazio non riesce a trattare l’argomento “costi della politica regionale”. Ne è la prova l’ apertura e la rapida chiusura dei lavori che avevano al centro la relazione del presidente del Consiglio regionale, Mario Abbruzzese, convocato dal presidente della commissione, Franco Fiorito (Pdl), in merito alla struttura dei costi di funzionamento del Consiglio Regionale. Entrambi assenti, il vicepresidente della commissione Andrea Bernaudo (Pdl) ha aggiornato i lavori, «perchè non vi è stata un’intesa sulle agende degli interessati».

“Anche la seduta ordinaria che avrebbe dovuto seguire è stata aggiornata – informa la Pisana –  in quanto all’ordine del giorno erano previste «considerazioni sulla relazione del presidente del Consiglio, analisi sul complesso degli atti presentati e formulazione di proposte in ordine alla riduzione dei costi di funzionamento del Consiglio”.

“I problemi e i dissidi di questa maggioranza regionale stanno paralizzando l’attività del Consiglio regionale che, ancora una volta, ha perso l’occasione per lanciare un segnale concreto sul tema della riduzione dei costi della politica. Ci aspettavamo oggi un incontro aperto e propositivo su questo tema, ma la maggioranza anziché partecipare alla Commissione Bilancio, così come programmato, si è data appuntamento in Giunta. Non sappiamo come il Pdl e la maggioranza usciranno da questa vicenda a dir poco controversa. Ciò che è certo è che si continua a ritardare ogni decisione in proposito, nonostante le tante iniziative promosse e proposte soprattutto dall’opposizione. Intanto l’attività istituzionale continua ad essere paralizzata e quel segnale che i cittadini attendono tarda ad arrivare”. E’ quanto dichiara Luigi Nieri, Capogruppo di Sinistra Ecologia Libertà nel Consiglio regionale del Lazio.

L’INCHIESTA – Il Pdl in Regione è da giorni al centro di un vero e proprio scandalo, sfociato in inchiesta giudiziaria sui suoi conti. La magistratura indaga in particolare su una serie di trasferimenti di fondi effettuati dal conto del gruppo consiliare a quelli personali dell’ex capogruppo Fiorito.  Illuminante in merito l’articolo pubblicato ieri sulla pagina dell’edizione romana del sito di Repubblica: ECCO IL LINK

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto