REGOLAMENTO ECOPUNTI
La commissione Bilancio approva. Il Pd: “Voto anomalo della maggioranza”

Rifiuti

LATINA – La commissione bilancio ha approvato il regolamento per gli “ecopunti”, il sistema premiante “ecopunti” che consentirà dal 1 gennaio 2013 agli utenti virtuosi (coloro che consegneranno elettrodomestici, materassi, imballaggi, carta e rifiuti urbani pericolosi alle isole ecologiche della città) di ricevere uno sconto sulla parte variabile della tariffa dei rifiuti da un minimo del 10% a un massimo del 30%. “Una famiglia media di 4 persone che fa la differenziata e vive in un’abitazione di 100 metri quadri – calcola in Pd – può arrivare ad avere uno sconto di 90 euro rispetto ai 320 euro che paga all’anno di Tia”.

Il voto in commissione non è però esente da commenti politici: “E’ stato anomalo: il provvedimento, infatti, è stato approvato con il voto favorevole dei consiglieri del Partito democratico Giorgio De Marchis, Fabrizio Porcari e Nicoletta Zuliani e di Marco Fioravante e con l’astensione dei 4 consiglieri di maggioranza – afferma il Pd in una nota – Tuttavia il capogruppo del Pd De Marchis ha fatto rilevare in commissione che si è giunti a questa importante decisione grazie al lavoro e all’impostazione seguita in questi mesi dal presidente Gianni Chiarato che non ha votato la proposta da lui stesso sostenuta e condivisa solo per non accentuare l’evidente spaccatura nella maggioranza che vedeva la Lista Cirilli schierarsi per la richiesta di un rinvio della votazione”.

“Si va verso la tariffa puntuale, che premia i cittadini più virtuosi che differenziano – aggiunge il presidente della commissione trasparenza Omar Sarubbo – L’amministrazione da anni teneva ingiustamente bloccato un regolamento per stabilire i meccanismi premianti e questo accadeva a discapito delle casse comunali e delle tasche dei cittadini. C’è da dire infatti che la Latina ambiente da tempo aveva acquistato software, tessere magnetiche, torrette per la lettura dati. Il provvedimento è stato possibile anche grazie al lavoro della commissione trasparenza che, invitando in audizione l’amministratore delegato della società dei rifiuti Valerio Bertuccelli lo scorso 18 luglio, aveva fatto emergere il problema della mancata approvazione del regolamento per avviare il servizio. Un passo in avanti è stato fatto nell’interesse della città”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto