TESSERE ECOPUNTI
Interviene il presidente della commissione ambiente di Latina

LATINA – Il Presidente della Commissione consiliare Ambiente, Corrado Lucantonio, e i membri della maggioranza del Sindaco Di Giorgi che appartengono alla stessa Commissione, intervengono in merito alle procedure per l’introduzione del sistema delle tessere “Ecopunti”:

“Come ribadito in tante occasioni dai membri della maggioranza di questa e di altre Commissioni consiliari, e ribadito più volte dallo stesso Sindaco Di Giorgi, la maggioranza che sostiene il nostro primo cittadino vuole fortemente l’introduzione di un sistema premiante per i cittadini che effettuano una particolare raccolta differenziata. Questo sistema è stato individuato nel cosiddetto meccanismo “Ecopunti”, che da diverse settimane è oggetto di approfondimento e studio da parte degli uffici comunali e dell’assessorato di competenza. Nostro obiettivo è quello di realizzare e approvare un meccanismo di “Ecopunti” che sia effettivamente applicabile e il più possibile snello per i cittadini, altrimenti si rischia di avere un sistema inapplicabile senza vantaggi per i cittadini. Inoltre vogliamo che tale sistema porti ad una reale valorizzazione dei materiali differenziati e che contempli un regolamento per le isole ecologiche itineranti accanto a quelle fisse.

Per questo, dopo aver raccolto e recepito il lavoro degli uffici comunali, siamo ora pronti e propositivi per portare le dovute proposte come maggioranza in Commissione ambiente e lo faremo già dalla seduta in programma martedì prossimo. Nella scorsa seduta della Commissione bilancio vi siamo astenuti in maniera compatta come maggioranza perché quel regolamento approvato è inutile e inapplicabile. Non ci interessava approvarlo solo per spot elettorali o per demagogia come fa invece l’opposizione. Ci auguriamo, invece, e ne siamo convinti che l’opposizione stessa valuterà le nostre proposte con attenzione, perché stiamo cercando di elaborare il migliore sistema di “Ecopunti” per i cittadini e per l’amministrazione. Rimandiamo al mittente, quindi, le insinuazioni sul fatto che non vogliamo gli “Ecopunti”, un sistema che invece noi abbiamo proposto e lo faremo vedere nei prossimi giorni”.

 

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto