MINTURNO – “VISIONI CORTE”
Rassegna internazionale del cortometraggio indipendente

La locandina della Rassegna

MINTURNO – Si terrà al Castello baronale di Minturno nell’arco di tre giorni: 8, 9 e 10 novembre, la Rassegna internazionale del cortometraggio indipendente “Visioni Corte”, organizzata dall’associazione culturale “I Sogni di Ulisse”. Alla sua prima edizione, la rassegna prevede un concorso per sei categorie: fiction, animazione, corti scolastici, reportage, videoclip e film realizzati a basso costo. Sono circa 300 i corti che hanno partecipato. Tra i finalisti molte opere italiane, ma anche rappresentanze dall’estero, come Spagna, Argentina, Cambogia, Iran, Germania, Inghilterra, Estonia, Austria e Paesi Baschi. La manifestazione gode del patrocinio di Regione Lazio, Provincia di Latina, Comune di Minturno, Latina Film Commission, Pro Loco Minturno, Amnesty International e della collaborazione dell’Ismef, Consorzio Termare, Liceo Scientifico “Leon Battista Alberti”, Iter Onlus e FareAssieme Sud Pontino.

Il programma

L’apertura ufficiale del festival sarà giovedì 8 novembre alle 20.30 al Castello Baronale di Minturno, ma la proiezione del primo gruppo dei corti finalisti sarà anticipata sin dal pomeriggio “Cinema e Scuola”, alle 16.30 presso il liceo scientifico “Leon Battista Alberti”, dove sullo schermo andranno i corti selezionati nella categoria CortoSchool e i due fuori concorso a sfondo sociale “E la vita continua” di Pino Quartullo, che tratta il tema della donazione degli organi e dei trapianti, e “Rosso Vivo” di Annamaria Liguori, dedicato alla promozione della donazione di sangue, prodotto dalla Fondazione Il Sangue con la collaborazione dell’Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma onlus (AIL), dell’Associazione Amici del Policlinico e della Mangiagalli Donatori di Sangue onlus e dell’Associazione Culturale Meltin’ Pot. Entrambe le opere sono state presentate in anteprima alla 69° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e sono state prodotte dal professor Girolamo Sirchia, ex Ministro della Salute. Tra gli attori, spiccano nomi ben noti al grande pubblico quali Francesco Pannofino, Ricky Tognazzi, Pino Quartullo, Fabio Troiano.

Venerdì 9 novembre, per il pomeriggio di “Cinema e Sociale” ci sarà la proiezione del film “Roba da matti” di Enrico Pitzianti, che racconta la storia vera di Casamatta, la residenza socio-assistenziale di Quartu Sant’Elena in Sardegna. All’evento, organizzato in collaborazione con Iter Onlus e FareAssieme Sud Pontino, sarà presente il regista del film che incontrerà gli studenti. In serata si torna al Castello Baronale per la proiezione del secondo gruppo dei corti finalisti.

Sabato 10 novembre è prevista la proiezione pomeridiana del terzo gruppo dei finalisti e la serata con il gran finale che vedrà la premiazione delle sei categorie in gara e la proiezione dei sei corti vincenti. Special Guest della serata sarà l’attore e regista Pietro de Silva, che compare in due corti: “E la vita continua” (fuori concorso) e “La Marchetta” (in concorso). In apertura di serata ci sarà la proiezione di un breve documentario fuori concorso prodotto da Amnesty International dal titolo “I discendenti del giaguaro”, riguardo la lotta della comunità nativa dei Sarayaku, che vive nella foresta amazzonica dell’Ecuador, per difendere i propri diritti umani e quelli delle altre comunità dell’America Latina. Si chiuderà con le note del gruppo rock “Le Metamorfosi”.

La giuria – Due sono le giurie previste: la giuria tecnica, il cui presidente sarà il dottor Giorgio Mennoia, direttore Artistico del CUT- Centro Universitario di Cassino, e la giuria popolare, che avrà la possibilità di votare i corti visionati nelle prime due serate e di premiare il film che avrà ricevuto più consensi.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto