STRASCICO SOTTO COSTA
Peschereccio multato per 4mila euro dalla Guardia Costiera di Anzio

Guardia Costiera in azione

ANZIO – E’ stato sorpreso questa mattina da una motovedetta della Guardia Costiera di Anzio. Un peschereccio era sotto costa e stava praticando l’attività di pesca a strascico, vietata per al di sotto delle 3 miglia di distanza dalla terra ferma, perché pregiudica il normale ripopolamento delle specie ittiche. Al comandante dell’imbarcazione e al titolare della licenza, l’attività irregolare è costata cara: una sanzione di quattromila euro, il sequestro dell’attrezzo e l’applicazione di una sanzione accessoria di 6 punti al comandante dell’unità e sulla licenza di pesca.

“La nuova normativa di settore – ha spiegato il tenente di vascello di Anzio, Luigi Vincenti – oltre ad inasprire le sanzioni ha previsto un sistema a punti che prevede la sospensione dell’attività di pesca da parte del comandante dell’unità per un periodo di 15 giorni al raggiungimento dei 18 punti, fino ad arrivare alla revoca della licenza di pesca una volta raggiunti i 90 punti. Dal 3 ottobre ha avuto termine il periodo di fermo pesca e la Guardia Costiera di Anzio ha avviato una campagna di contrasto al fenomeno della pesca illegale sottocosta. Una maggiore attenzione peraltro richiesta proprio dagli stessi operatori del settore nel recente incontro che si è svolto nella sede del circomare anziate a settembre”.

 

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto