CISTERNA, CONFISCA PER I BENI DI CONTI’
Il 32enne è in carcere per traffico di droga
300mila euro il valore

CISTERNA – Beni e conti correnti per un valore di 300mila euro sono stati confiscati su disposizione del Tribunale di Latina ad Alessandro Contì, 32 anni di Cisterna, in carcere per traffico di droga dopo la condanna in primo grado a cinque anni e 6 mesi di reclusione: faceva parte di una banda sorpresa all’Acciarella con un tir carico di 200 Kg di marijuana.

Il provvedimento di confisca e l’applicazione della sorveglianza speciale, segue la proposta di sequestro presentata a settembre scorso dagli agenti del Commissariato P.S. Cisterna di Latina, su impulso del Questore Intini ed in collaborazione con l’Ufficio Misure di Prevenzione della Divisione Anticrimine sulla base del nutrito curriculum criminale  del giovane, ben noto alle forze dell’0rdine e considerato  “uomo di fiducia” del pluripregiudicato Gennaro Amato.

I beni confiscati sono un appartamento a Cisterna di Latina, acquistato nel 2008 e intestato alla madre; la moto  YAMAHA T MAX 500, intestata al fratello e tutti i conti correnti e rapporti bancari con saldo attivo presso gli istituti di credito sul territorio nazionale.

Conti sarà sottoposto a sorveglianza speciale solo dopo aver finito di scontare la sua pena, ma nel frattempo è stato condannato al pagamento di tutte le spese processuali e al versamento nelle casse delle ammende di una cauzione che in considerazioni delle condizioni economiche è stata stimata in euro 1500 euro.

 

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto