CONAD MANTIENE GLI IMPEGNI
100 lavoratori assunti a tempo indeterminato

L’ex “Gustosidis”

LATINA – I sindacati Anselmo Briganti segretario della Filcams CGIL, Davide Favero segretario della Fisascat CISL e Gianfranco Cartisano segretario della Uiltucs UIL, hanno sottoscritto un accordo sindacale con le società Maros srl e Madimar srl, titolari dei supermercati a marchio Conad di Latina in Via don Torello, Via Ezio, Latina Scalo, Centro le Torri e di Fondi, per la stabilizzazione di circa 100 dipendenti.

“In questo momento di grande crisi e recessione ci sembra un atteggiamento positivo verso un territorio che sta subendo in maniera devastante gli effetti dell’austerity che ci impone il governo e che si ripercuote fortemente sul settore del terziario”.

L’accordo prevede, in rispetto del precedente, siglato al momento dell’acquisizione dei punti vendita dopo il fallimento del Gruppo Midal, la trasformazione a tempo indeterminato di tutti i lavoratori assunti presso i vari punti vendita.
Le società, altresì intendono, assumere direttamente tutti i lavoratori attualmente impiegati con contratto di lavoro somministrato, circa 20 unità.
Si prevede entro il 2013 l’apertura di altri due punti vendita, Terracina e Sabaudia.

“Come O.O.S.S. ci riteniamo soddisfatte dell’accordo raggiunto con le Società Maros e Madimar, un accordo che trasmette un senso di positività ed uno sguardo rivolto al futuro dei lavoratori e di questo territorio con alta potenzialità occupazionale. Inoltre sono passate a tempo indeterminato anche sette lavoratrici dipendenti della Good Company, azienda che ha in appalto il reparto ortofrutta presso i quattro punti vendita di Latina a marchio Sigma. Altre 80 stabilizzazioni arrivano nel gruppo Belle Carni,sempre all’interno del gruppo Sigma.  Auspichiamo di poter ottenere a breve risultati simili anche per i dipendenti degli altri punti vendita dell’ex Gruppo Midal che ad oggi sono di nuovo sull’orlo di un baratro con il timore incessante che qualcuno possa dare loro una piccola spinta”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto