FONDI, FALSI PERMESSI DI SOGGIORNO
Gli indagati dal Gip

Toghe

FONDI – Sono stati interrogati i due uomini accusati di vendere falsi permessi di soggiorno a Fondi e che erano stati arrestati. Gli indagati sono un italiano che si è avvalso davanti al gip della facoltà di non rispondere e un indiano, che ha spiegato di essere estraneo ai fatti.

In manette erano finiti Singh Gurmei e Massimo Faticato, accusati di aver favorito l’illecito ingresso sul territorio nazionale di altri cittadini stranieri con l’utilizzo di falsa documentazione, di aver alterato i documenti necessari ad ottenere i permessi di soggiorno, oltre che di aver fornito false buste paga e contratti di lavoro in cambio di cifre variabili dai 400 ai 1.000 euro per ogni straniero.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto