OPPIACEI PER I TUMORI USATI COME DROGA
GdF: “Nuovo scenario delle tossicodipendenze”
Un arresto a Sabaudia

SABAUDIA –  Potenti antidolorifici oppiodi per i malati terminali di tumore, usati come droga sono stati trovati dalla Guardia di Finanza in un appartamento di Sabaudia.  Ventotto compresse di un potente farmaco erano nell’abitazione di Vincenzo Palaia, 31 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine.  Il giovane, fermato nel fine settimana, nel corso di un controllo mentre era in auto con altre due persone, è stato trovato in possesso di 10 dosi di cocaina pronte per lo spaccio e arrestato.

Nella successiva perquisizione domiciliare eseguita dai finanzieri, la scoperta delle pasticche del noto farmaco a base di sostanze derivate dall’oppio, che i militari delle Fiamme Gialle ritengono stia aprendo un inedito “scenario su una nuova generazione  di tossicodipendenti che fanno uso di farmaci idonei a provocare una forte dipendenza, con effetti a volte devastanti”.

Sequestrati nella stessa abitazione sostanze da taglio, bilancini di precisione e altro  materiale per il confezionamento delle dosi. Per Palaia sono scattate le manette e  ieri nel processo per direttissima anche a causa dei numerosi e gravi precedenti con la giustizia, il giudice del Tribunale  ne ha disposto il carcere.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto