DOMICILIARI PER CRISTIAN CANO’
Lo hanno deciso i giudici del Riesame

Shares

Cristian in una foto dal suo profilo Facebook

LATINA– I giudici del Tribunale del Riesame hanno scarcerato Cristian Canò, lo studente di 18 anni di Cisterna che ha ucciso lo scorso 21 dicembre sulla spiaggia del Lido di Latina il papà: Gennaro Canò. E’ quello che hanno deciso i magistrati romani che hanno accolto il ricorso presentato dai legali del giovane, gli avvocati Angelo e Oreste Palmieri che hanno chiesto i domiciliari dove il giovane si trova per una serie di motivi: l’impossibilità a reiterare il reato e il mancato pericolo di fuga, anche perché il giovane si era presentato spontaneamente in Commissariato a Cisterna dopo la lite avvenuta con il papà. Il movente dell’omicidio è da ricercare nei dissapori tra padre e figlio, quel giorno secondo la ricostruzione degli inquirenti il giovane è stato colpito da un pugno dal papà e ha reagito prendendo un bastone e lo ha colpito poi per quattro volte. Gennaro Canò, 5 4 anni, originario della Campania si era separato dalla moglie e secondo quanto accertato più volte l’aveva maltrattata a casa, un atteggiamento che ha sempre infastidito Cristian che il giorno dell’incontro al papà gli aveva chiesto di non parlare mai della mamma. Poi la situazione è degenerata e avvenuta la discussione.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto