Gioco d’azzardo e calcio sempre più a braccetto

Shares

Altro che bische fumose e scantinati dove spennarsi a vicenda tra un bicchiere di whisky e un sigaro. Ormai il gambling è diventata un’attività comune, pubblicizzata un po’ ovunque e soprattutto uniformemente accettata dalla società. Gli operatori del gioco d’azzardo, soprattutto online, negli ultimi anni hanno cercato di espandere la propria influenza stringendo accordi di sponsorizzazione con alcune squadre di calcio, sia in Italia che nel resto d’Europa. D’altronde quale veicolo commerciale migliore di quello che è semplicemente lo sport più seguito nel Vecchio Continente?

La notizia dell’ultim’ora è l’accordo tra IziPlay, uno dei provider di casino online e poker online più noti in Italia, e nientemeno che il Milan di Silvio Berlusconi. IziPlay sarà così uno dei premium sponsor della società di via Turati per la stagione in corso, quella che si concluderà nella prima metà del 2013. Un bel colpo per entrambe le società: per IziPlay che lega la propria immagine al club più titolato al mondo, per il Milan che riceve un bel gruzzoletto che in tempi di crisi certamente non può guastare.

Ma il Milan è solo l’ultima delle società italiane ad essersi legata, nel presente o nel recente passato, a un’azienda che si occupa di gioco a pagamento. Prima dei rossoneri, anche la Juventus con BetClic, la Sampdoria con Gamenet, Lazio e Genoa proprio con IziPlay, Palermo con Eurobet e molte altre hanno aperto le porte a questo genere di proficue collaborazioni. A livello europeo, invece, tra i precursori di questa “moda” troviamo squadroni del calibro di Real Madrid e Bayern Monaco.

D’altra parte il mercato dei giochi d’azzardo è uno dei pochi che negli ultimi anni di recessione non solo non ha subito contrazioni, ma anzi si è decisamente espanso (soprattutto se ci riferiamo al gioco d’azzardo online). E chissà che in futuro anche il Latina Calcio (oggi ottimamente sponsorizzata da Rizzato) possa ornare le proprie maglie ufficiali con uno sponsor legato al mondo del gambling.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto