GRILLO SHOW
Piazza gremita: battute, programma e cori da stadio

Shares

LATINA – Erano più di 3 mila le persone che ieri sera hanno assistito, in piazza del Popolo a Latina allo tsunami tour di Beppe Grillo, il comico genovese leader del Movimento 5 stelle. Dopo un lungo comizio a Pomezia Grillo è arrivato in una piovosa Latina intorno alle 21 sfoderando il suo repertorio di proposte, battute e cori che più si adattano ad uno stadio e la città viene insolitamente trascinata dal comico che assicura, guardando i suoi candidati: Li vedete questi qui? Trovarli è stata dura, sono tutti incensurati”.
Sotto il palco, spunta al di la delle criticate transenne (“Sono il simbolo del nostro tempo – detto Grillo – le usano per dividermi da voi”) è spuntato pure uno striscione di Casapound: “Vogliamo una nuova Italia. Basta odio, costruiamola”.
Grillo urla a squarciagola parlando del punto del programma che gli sta più a cuore: “il reddito di cittadinanza, l’Italia è infatti l’unico Paese a non averlo, ma i soldi ci sono. 243 milioni all’anno per il Quirinale, 3 miliardi di rimborsi ai partiti, 7 miliardi di vitalizi e pensioni d’oro e lancia il guanto bianco: “gli altri partiti dicono che noi non abbiamo proposte, invece eccole”.
L’intervento in piazza del Popolo ruota su concetti popolari: reddito minino di 1000 euro al mese per tutti, via le pensioni d’oro mai più rimborsi elettorali ai partiti, ma tocca anche ad Equitalia: necessario aiutare le piccole imprese, la società di riscossione tributi deve chiudere.

GUARDA IL VIDEO

6 Commenti

6 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto