PESCHERECCIO AFFONDATO A PONZA
Salvi due marinai finiti in mare a Cala Inferno

GUARDIA COSTIERA PONZAPONZA – Sono stati salvati in extremis due pescatori finiti in mare a Cala Inferno nel pomeriggio di lunedì a causa di un’onda che ha rovesciato l’imbarcazione di otto metri sulla quale si trovavano.

La chiamata di soccorso arrivata via radio alla sala operativa dell’ufficio circondariale marittimo di ponza alle 15 circa da parte del comandante del peschereccio ‘’Angelina’’ che, durante il rientro in porto a Ponza, dopo la battuta di pesca, avvistava un peschereccio semiaffondato e senza equipaggio a bordo. Resosi conto della gravità della situazione l’uomo, dopo aver lanciato l’allarme, si è messo alla ricerca dei naufraghi e dopo averli localizzati li ha tirati a bordo, salvando loro la vita.

Sul posto hanno operato due motovedette della Guardia Costiera.  “L’intervento del motopesca ‘’Angelina’’ e’ stato provvidenziale  – sottolineano dalla Guardia Costiera di Ponza – anche in considerazione delle proibitive condizioni meteorologiche e della temperatura del mare che in questo periodo dell’anno riduce al minimo i tempi di sopravvivenza”.

I due naufraghi una volta giunti in porto sono stati assistiti dai sanitari del  118 e sono in buone condizioni di salute.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto