RIFIUTI ROMANI A CASTELFORTE
L’impianto pontino è uno dei 4 indicati da Sottile

Shares

Castelforte

CASTELFORTE – Il commissario per l’emergenza Rifiuti nella Capitale, Goffredo Sottile, ha individuato quattro impianti tmb nel Lazio che dovranno trattare i rifiuti indifferenziati di Roma, Fiumicino, Ciampino e Stato della Città del Vaticano. I siti degli impianti indicati si trovano ad Albano Laziale (Roma), a Viterbo, a Colfelice (Frosinone) e a Castelforte (Latina).

Da una nota si apprende che «Sottile ha provveduto a diffidare le autorità competenti, i soggetti interessati al conferimento e le imprese titolari degli impianti tmb a trattare, nei limiti delle capacità residue autorizzate alle imprese medesime, i rifiuti indifferenziati che arriveranno dalla Capitale. Fuori l’impianto Rida Ambiente di Aprilia che al momento – si legge nelle disposizioni – risulta operare alla massima capacità autorizzata, anche se ha presentato istanza per l’implementazione degli impianti.

Il Presidente della Provincia di Latina, Armando Cusani parla però di impianto fantasma. A Castelforte  – spiega – dividono a mano i rifiuti; il sindaco della cittadina, Patrizia Gaetano ricorda invece di aver sottoscritto con gli altri sindaci il documento con il quale si stigmatizza la contrarietà di tutti, e quindi anche di Castellforte, a ricevere i rifiuti della Capitale.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto