SANGUE INFETTO
Possibile nuovo caso a Cisterna

CISTERNA – Un nuovo caso di probabile trasfusione infetta è stato scoperto nei giorni scorsi. Trovata la cartella clinica con l’indicazione della sacca di sangue.

A renderlo noto è l’avvocato del 70enne di Cisterna che ha scoperto di avere l’epatite C dopo 30 anni dalle trasfusioni di sangue, somministrategli presso l’Ospedale di Cori. Quando si rivolge allo studio legale Mattarelli-Mezzini specializzato in responsabilità medica e danni da sangue infetto, viene richiesta ed ottenuta (nel gennaio 2013) la cartella clinica dalla quale risulta quella inesorabile dicitura “…n. 1 sacca di sangue n. 01422, Avis di Latina…”.

Sicuramente, allo stato non è una ancora una prova certa del nesso causale con l’infezione epatica.

Ma questo lo deciderà presto una Commissione Medica e il giudice a cui lo studio legale Mattarelli-Mezzini che (con l’ottimismo di centinaia di casi pregressi) sta sottoponendo: 1) la domanda di indennizzo legge n. 201/1992 e 2) la citazione in giudizio per il risarcimento dei danni.

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto