“SONO RIFUGIATO PORTATEMI A NAPOLI”
I poliziotti si rifiutano, lui s’infuria: calci e pugni
Arrestato in Piazza del Popolo giovane libico

Shares

polizia1LATINA – Pretendeva di esser accompagnato a Napoli con l’auto della Polizia, invece è finito in manette. Protagonista dei fatti, avvenuti intorno a mezzanotte e mezza in Piazza del Popolo a Latina, anche alla presenza di molti cittadini allibiti, un immigrato libico di 22 anni, ospite in una casa di accoglienza del capoluogo.

Il giovane, Issa Mansour, si era avvicinato agli agenti della Volante impegnati in un servizio di controllo, esibendo il documento che gli riconosce lo status di rifugiato politico grazie al quale riteneva di poter imporre agli agenti di condurlo nel capoluogo partenopeo. Invitato a desistere, il ragazzo ha cominciato ad inveire, per poi scagliarsi contro gli agenti che lo volevano identificare. Sono volati calci e pugni, danneggiata anche l’auto di servizio, ma alla fine lo straniero è stato arrestato per lesioni, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, e danneggiamento di beni dello Stato. Oggi il processo per direttissima.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto