POLITICHE 2013, 8 PONTINI IN PARLAMENTO
IL NONO IN BILICO. CHI SONO – SCHEDE

LATINA – Non era mai accaduto prima: otto pontini entrano in Parlamento, tre sono assolutamente nuovi alla politica, gli esponenti del Movimento Cinque Stelle, che a Latina ha raccolto un boom di consensi. La sorpresa, da queste parti, è maggiore che altrove dal momento che proprio il territorio pontino ha sempre dimostrato fedeltà al centrodestra. Oggi si può dire che non sia più così e questo grazie, non alla sinistra di Bersani, ma al movimento che in pochi mesi è riuscito a sovvertire i pronostici e a spazzare via i dubbi degli indecisi proprio come uno tsunami. Entrano Giuseppe Vacciano, Ivana Simeoni e Cristian Iannuzzi (gli ultimi due mamma e figlio). Per il Pd dentro Moscardelli, Ranucci e Amici. Monti esprime Federico Fauttilli. Non è tutto. Un altro candidato infatti potrebbe portare al territorio pontino la nona rappresentanza parlamentare: nel giro di poche ore si saprà se Pasquale Maietta entrerà alla Camera con Fratelli D’Italia, dopo che Meloni e Rampelli avranno optato per altri collegi come sembra altamente probabile per premiare il buon risultato di Latina. Sembra cosa fatta, tanto che una delegazione è partita da Latina diretta nella sede nazionale dei Fratelli D’Italia.

GLI ELETTI

Giuseppe Vacciano

Giuseppe Vacciano

M5S –   GIUSEPPE VACCIANO – classe ’72, ragioniere, sposato con due figli, secondo in lista al Senato è stato il primo ad avere la certezza di un posto in Parlamento. Napoletano di origine, ma cresciuto a Latina sin dall’infanzia, lavora alla Banca d’Italia dove tanti colleghi stamattina gli hanno stretto la mano. “Dopo aver conseguito nel 1991 il diploma di Ragioniere I.G.E.A., ho prestato il servizio militare in Marina, come radiotelegrafista a La Spezia – scrive nel suo curriculum sul blog beppegrillo – Una bella esperienza, che mi ha lasciato il tempo , tra una guardia e l’altra di studiare per il concorso pubblico in Banca d’Italia, dove lavoro attualmente svolgendo prevalentemente mansioni di cassa.  Ho sempre seguito e condiviso le battaglie di Grillo, le attività del Blog e del Meetup di Latina (anche se a distanza), ma se mi avessero detto che un giorno avrei fatto parte di un Movimento che fa Politica (quella nobile, con la P maiuscola) per il bene comune, fino a poco tempo fa avrei risposto con una bella risata”. Immaginiamo se avesse potuto credere di diventare Senatore a 41 anni, senza mai aver fatto politica tradizionale. “Questo sono io, un semplice cittadino (con l’elmetto!). Se volete sapere qualcos’altro di me, non avete che da chiedere!”

Ivana Simeoni

Ivana Simeoni

IVANA SIMEONI – Ivana Simeoni operatrice del servizio al 118 di Latina è nella sanità dal 1983. E’ andata a letto da infermiera, si è svegliata senatrice:  “L’ho appreso da un amico questa mattina al risveglio, cercavo di dormire e il telefono continuava a squillare”, ci ha raccontato la Simeoni che oggi sarà rappresentante di lista del Movimento per lo spoglio delle Regionali e domani di nuovo in turno al 118. “Sono scombussolata – commenta al telefono – eravamo un manipolo di persone, anche vessate, nessuno credeva in noi, ma è arrivato il momento di cambiare. Questo non è più uno slogan, ma un’esigenza vera dei cittadini, un grido che non è stato raccolto da chi era chiamato a farlo. Ci siamo già sentiti con Grillo, ma faremo sempre quello che vuole la base, qui il vertice non esiste”.

 

Cristian Iannuzzi

Cristian Iannuzzi

CRISTIAN IANNUZZI –  “Amo la musica e infatti sono autore e musicista”.  Si presentava così, solo pochi mesi fa, in un video postato su youtube, il neodeputato del M5S, Cristian Iannuzzi, figlio, fra l’altro, di Ivana Simeoni anche lei eletta, ma in Senato. Ha 39 anni, da sempre a Latina, è tecnico informatico e lotta “per una riforma culturale, civile e politica”. La sua passione prima di Grillo era la chitarra.

Claudio Fazzone

Claudio Fazzone

CLAUDIO FAZZONE PDL – E’ il terzo mandato al Senato per Claudio Fazzone, coordinatore provinciale del Pdl. Nato a Fondi il 7 ottobre del 1961 la sua carriera politica inizia nel 1995 quando diventa vice presidente dell’Amministrazione Provinciale di Latina, cinque anni dopo è consigliere regionale del Lazio, tra i candidati più votati con 27mila preferenze, un risultato che gli consente di ricoprire l’incarico di Presidente del Consiglio Regionale del Lazio, cinque anni dopo il bis alla Pisana (37mila voti) che lascia per il Parlamento. E’ stato eletto al Senato la prima volta nelle elezioni del 9 e 10 aprile del 2006 ed è stato anche membro della Commissione permanente Giustizia e del Comitato per le questioni degli affari esteri. E’ stato rieletto al Senato alle politiche del 13 e 14 aprile del 2008.  Ex agente di polizia, ha fatto parte della scorta dell’ex presidente del Senato Nicola Mancino, la sempre discussa carriera politica di fazzone parte da Fondi, sua roccaforte, che qualcuno infatti definisce scherzosamente “Fazzonia”. In guerra aperta contro l‘ex Prefetto di Latina Bruno Frattasi ai tempi della richiesta di scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose, è stato protagonista di un’inchiesta relativa alle lettere di raccomandazione alla Asl, il processo che lo vede imputato si sta celebrando in Tribunale a Latina.

Claudio Moscardelli

Claudio Moscardelli

CLAUDIO MOSCARDELLI (PD)– Al Senato entra per la prima volta Claudio Moscardelli, nato a Latina, 51 anni da compiere ad agosto. La sua carriera politica inizia a metà degli anni Ottanta quando diventa consigliere circoscrizionale nelle file della Democrazia Cristiana. Dal 1987 al 1990 ha ricoperto l’incarico di segretario provinciale del movimento giovanile della Dc. E’ stato anche segretario provinciale del Partito Popolare e candidato a sindaco di Latina per la coalizione del centrosinistra nel 2002 e alle ultime amministrative. Nel 2005 è stato eletto al Consiglio regionale del Lazio e ha ricoperto il ruolo di Capogruppo della Margherita e poi è stato vice capogruppo del Pd. Alla Regione è stato presidente della Commissione Urbanistica in Regione Lazio, nel 2010 è stato candidato ed eletto per la seconda volta al Consiglio Regionale e ha ottenuto 16mila preferenze. Sempre in Regione è stato anche vice capogruppo del Partito Democratico.

SESA AMICI – Maria Teresa Amici detta “Sesa” è nata a Sezze l’undici maggio del 1958. Laureata in lettere e filosofia è sesaprovastata eletta alla Camera dei deputati nel 2001 nella lista proporzionale dei Democratici di sinistra nella seconda circoscrizione del Lazio ed è stata nominata al posto di Walter Veltroni che era stato eletto sindaco di Roma. La Amici è stata eletta nuovamente alle elezioni del 2006 e nel 2009 è stata candidata nel centro sinistra per le elezioni provinciali di Latina. Per lei inizierà la quinta legislatura, un vero e proprio record. Tra gli incarichi che ha ricoperto quello di vicepresidente della Commissione speciale per l’esame dei disegni di leggi e del Comitato per le Pari Opportunità.

 

ranucciRAFFAELE RANUCCI (pD) Raffaele Ranucci è nato a Roma il 24 settembre del 1957 ma è formiano d’adozione. E’ stato confermato al Senato dove ha ricoperto l’incarico di vicepresidente della commissione Lavori pubblici. Laureato in Economia e Commercio la sua carriera imprenditoriale è iniziata nel settore alberghiero e immobiliare. Negli anni Ottanta è stato consigliere di Amministrazione della As Roma ma è stato tra il 1984 e 1985 anche presidente del Formia Calcio. A settembre del 2007 ha lasciato l’incarico di assessore regionale e su nomina del sindaco di Roma Walter Veltroni è diventato amministratore delegato di Trambus spa.

Federico Fauttilli

Federico Fauttilli

FEDERICO FAUTTILLI – Sarà il battesimo alla Camera per Federico Fauttilli nato a Priverno il 5 novembre del 1948 ma da sempre residente a Latina. E’ stato consigliere provinciale nelle file della Democrazia Cristiana dal 1980 al 1990 e assessore al bilancio e al personale. Dalla Dc dopo che si è eclissato dal mondo politico, successivamente è entrato nel al Partito Popolare. E’ dirigente generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e attualmente ricopre il ruolo di Capo dell’Ufficio Nazionale per il servizio civile.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In Alto