TRUFFE NEL SUD PONTINO
Appalti irregolari per lo smaltimento dei rifiuti
14 denunce

guardia-di-finanza_macchina

FORMIA – 14 persone sono state denunciate alla Procura di Latina dalla Guardia di Finanza di Formia per frode in pubbliche forniture, falso e truffa ai danni dello stato per il servizio  di raccolta di rifiuti solidi urbani in diversi Comuni della provincia di Latina. Accertato e segnalato anche alla Corte dei Conti un danno erariale per circa 7 milioni di euro. Le indagini hanno permesso di appurare che una società capitolina, attiva nel settore della raccolta e smaltimento dei rifiuti, riusciva ad aggiudicarsi sistematicamente, e con la compiacenza di funzionari e amministratori pubblici, importanti gare di appalto producendo autocertificazioni false che attestavano la regolarità contributiva, ma che nascondevano invece una posizione debitoria di oltre 6 milioni di euro verso gli enti previdenziali e assistenziali, e 7 milioni di euro verso l’erario. Ma c’è di più: vinta la gara la società riusciva a ottenere, con il benestare dei responsabili degli enti , la liquidazione delle proprie spettanze senza aver mai svolto il lavoro. I controlli hanno riguardato appalti fino al 2007 dei Comuni di Fondi, San Felice Circeo, Ponza e Ventotene.

Le Fiamme Gialle hanno segnalato 13 persone tra amministratori, funzionari e dirigenti, oltre all’amministratore pro tempore della società appaltatrice, sono tutti ritenuti responsabili di aver preso illecitamente soldi dalla tasse pagate dai cittadini e per non aver mai eseguito il servizio.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto