SCOPERTI TRE FALSI CIECHI A MINTURNO
Ripresi in moto, al pc, al tavolo da gioco

ciecoMINTURNO – Percepivano la pensione di invalidità per cecità, ma guidavano la moto e giocavano a carte. Tre falsi ciechi sono stati scoperti dai carabinieri a Minturno. Due persone, una di 48, l’altra di 65 anni sono state denunciate per truffa aggravata ai danni dello Stato dopo aver percepito l’assegno di invalidità dall’Inps per vent’anni.  Il terzo falso invalido nel frattempo è deceduto.

L”indagine è stata avviata a luglio scorso,  dopo che i  i militari hanno raccolto alcune voci di cittadini indignati. Il passo successivo è stato quello di acquisire presso l’INPS  la documentazione relativa ai titolari del beneficio destinato ai ciechi totali, quindi, pedinare i titolari delle pensioni.

Le  riprese video non lasciano dubbi: i ciechi (solo sulla carta naturalmente) guidavano  l’Ape,  uscivano dal luogo di lavoro con disinvoltura, lavoravano al pc, eseguivano lavori di giardinaggio, scattavano foto,  erano perfettamente in grado di leggere l’ora e giocare a carte. Il danno ammonta complessivamente a mezzo milione di euro: i due denunciati, infatti, a partire dagli anni ’80 hanno percepito rispettivamente 200 e  100mila euro circa, mentre la persona deceduta, una somma pari a euro 200mila.

IL VIDEO DEI CARABINIERI

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto