AL CONCERTO DI RENATO ZERO
Un videoclip girato nel carcere di Latina

La copertina dell'ultimo disco

La copertina dell’ultimo disco

LATINA – Racconta anche un angolo di Latina,  il supershow di Renato Zero che debutta stasera a Roma per la prima di 15 date. Uno show dei record, visto che non era mai accaduto prima, almeno in Italia, che un artista rimanesse in concerto per un mese nella stessa città, al Palalottomatica, non per niente ribattezzato PalaZero. Per il momento sono state annunciate 15 date, la prima stasera  (poi il 29 e 30 aprile e 3, 4, 9, 10, 12, 13, 15 16, 18, 19, 21 e 22 maggio) ma, visto il riscontro dei 90 mila biglietti acquistati in prevendita, è probabile che ci sarà dell’altro.

L’INDISCREZIONE – Intanto, tra le poche indiscrezioni che rompono il mistero che tradizionalmente accompagna i debutti di Renato, c’è anche la proiezione, in esclusiva assoluta, del videoclip di «Un’apertura d’ali», l’inedito contenuto nel nuovo album «Amo», composto da Gian Carlo Bigazzi e realizzato da Alessandro D’Alatri nel carcere femminile di Latina. Sul palco Zero sarà accompagnato da un’orchestra composta da 34 elementi diretti dal maestro Renato Serio.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto