AMMINISTRATIVE
A Sabaudia il primato dei candidati, sono 9
7 ad Aprilia, 8 a Formia

Aprilia, Piazza Roma

Aprilia, Piazza Roma

APRILIA –  Sono 8 i comuni pontini al voti, tra cui Formia e Aprilia, i due più grandi. Ad Aprilia in quest’ultima settimana la campagna elettorale è stata piuttosto movimentata. Tre le liste che non si sono presentate alle consultazioni: l’Udc, il Movimento 5 Stelle e la lista di Roberto Cotterli. A causare la mancata presentazione del Movimento 5 stelle gli scontri tra le due fazioni interne. Ufficialmente quindi sono sette i candidati per Aprilia. Candidata per il centrosinstra è Carmen Porcelli, sostenuta da Pd, Sel, Rifondazione – Comunisti Italiani e la lista Primavera Apriliana. Nello Romualdi è il candidato sindaco del centrodestra sostenuto da Pdl, da Aprilia Valore Comune, Accordo per Aprilia, Fratelli d’Italia, La Destra, Partito Repubblicano e dalla lista civica collegata al candidato. C’è poi Fulvio Farì con la “Lista Meddi”; l’ex consigliere comunale Francesco Locicero, sostenuto dal Partito Sociale Nazionale. Ci sarà anche la lista “Aprilia in Prima linea” con Sabrina Esposito Montefusco candidata.
Resta candidato, seppure con qualche tensione interna l’attuale sindaco facente funzioni Antonio Terra con la coalizione “Progetto Rinascimento” sostenuto da sette liste: Forum per Aprilia, Aprilia Domani, Terzo Polo, Insieme per Aprilia, L’Altra Faccia della Politica, Rete dei Cittadini e Unione Civica. Il settimo candidato sindaco è l’imprenditore apriliano, Vittorio Segantini, che corre sostenuto da “Vittorio Segantini sindaco” e “Aprilia Cambia”.

FORMIA – A Formia sono 8 i candidati con 19 liste e 459 aspiranti candidati consiglieri. Il sindaco uscente non si è ricandidato ma appoggia Maurizio Costa, con una serie di liste civile mentre i Pdl propone un suo candidato, Erasmo Picano e il centrosinIstra ripresenta Sandro Bartolomeo, già sindaco per tre volte.

SABAUDIA – A Sabaudia si ripresenta il sindaco uscente Maurizio Lucci, sfidato dal candidato del centrodestra Giovanni Secci. Tra i 9 candidati, numero che fa guadagane alla città delle dune il primato di aspiranti sindaci, c’è Rosa Di Maio, finita nella bufera dopo il maxi sequestro operato dalla Dda sui beni di famiglia e per la quale l’opposizione aveva chiesto anche al prefetto e al ministro dell’Interno la sospensione.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto