ALDO FORTE
“Avviare rinnovamento non solo generazionale”

L'assessore regionale Aldo Forte

L’assessore regionale Aldo Forte

ROMA –  “Fare un congresso tra quaranta giorni sarebbe del tutto inutile. Prima ci sono le elezioni amministrative, alle quali non possiamo sottrarre tempo ed energie. Su molti territori ci giochiamo una partita importante, soprattutto per il futuro dell’Udc. In più, il quadro politico nazionale è ancora indefinito. Qualunque linea uscisse da un congresso ravvicinato, sarebbe un salto nel buio”. Lo ha dichiarato l’esponente Udc Aldo Forte, intervenuto alla direzione nazionale del partito svoltasi a Roma.

“Dopo il tatticismo esasperato degli ultimi mesi, sono necessarie scelte nette. Per farlo, meglio fissare la data del congresso a ottobre – ha aggiunto Forte – e avviare da subito una discussione con i militanti e i dirigenti sul territorio. Alle ultime elezioni, il nostro elettorato ci ha dato un segnale chiaro: chiede discontinuità. Un segnale che non sembra essere stato colto dai nostri leader. Così come è avvenuto per il Pd, preso atto della debacle, i leader Udc dovrebbero arrivare dimissionari al prossimo congresso. E – ha concluso Forte – avviare un deciso percorso di rinnovamento, non solo generazionale”.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto