CONGRESSO NAZIONALE FEMCA CISL

Shares

corso femca cisl latina assisi
ASSISI – Con una ampia ed approfondita relazione del segretario generale Sergio Gigli si sono aperti ad Assisi i lavori del 4° Congresso Nazionale della Femca Cisl. Riprendiamoci il futuro, rilanciamo il lavoro, l’industria, il paese lo slogan di un Congresso chiamato a confrontarsi con una situazione economica ed occupazionale drammatica, con un malessere sociale diffuso, con una politica sempre più avvitata su sè stessa e lontana dai problemi reali del paese e della gente. Sarà un Congresso che eleggerà una classe dirigente consapevole del difficile lavoro che l’aspetta ma determinata, come è nella storia e nella tradizione della Femca e della Cisl, ad affrontare gli ostacoli, a difendere il lavoro ed i lavoratori rappresentati. La Femca Cisl di Latina è presente con i propri delegati ed ha inserito nelle strutture nazionali otto propri rappresentanti dei quali quattro sono donne.
Qualche giorno prima dell’inizio del Congresso, la Femca di Latina ha organizzato, sempre ad Assisi, un Corso di Formazione al quale hanno partecipato una quindicina di persone, in gran parte donne, al termine del quale i corsisti hanno preso parte ai lavori di apertura del 4° Congresso Nazionale.
Le lezioni sono state tenute da Natale Madeo ed Enzo Marrafino del Dipartimento Formazione Cisl ed hanno visto i partecipanti impegnati su temi come la contrattazione ed alcuni aspetti legati al decreto Fornero, quali i contratti a termine e le modifiche all’art.18.
.” Riteniamo che la formazione dei nostri delegati e quadri sindacali sia strategica nella vita della Federazione e su questo abbiamo sempre lavorato” commenta il segretario provinciale della Femca Cisl di Latina Roberto Cecere ” Far partecipare i giovani a momenti formativi è linfa vitale per la nostra organizzazione. Quando si sceglie di rappresentare gli altri lavoratori sui tavoli delle trattative, è indispensabile avere una formazione adeguata in grado di competere con le controparti.” La formazione rimane certamente la leva principale per favorire il cambiamento nelle aziende rilanciando la cultura del lavoro come elemento centrale nella vita di una persona; serve a far tornare le fabbriche da luoghi di lavoro a comunità dove ci si incontra, si discute e da dove partono idee e proposte.
E’ necessario che i quadri sindacali comprendano quanto sta accadendo intorno a loro e le trasformazioni in atto nella società, che acquisiscano conoscenze specifiche sia sulle questioni generali che su quelle aziendali. Uno dei problemi che il sindacato è costretto ad affrontare è quello di come far arrivare la propria proposta ai giovani già inseriti nel mondo del lavoro, dai quali non sempre si riesce ad avere il consenso. Bisogna pensare ed organizzare attività in cui i giovani possano esprimersi e confrontarsi liberamente, per far circolare idee e proposte; creare occasioni per partecipanti che vogliano approfondire tematiche sindacali e sociali affrontando problemi reali e di stretta attualità, con l’idea di fornire agli intervenuti, strumenti pratici per la loro attività in azienda e nella società. “Il corso della Femca Cisl di Latina ad Assisi va proprio in quella direzione” continua Cecere” abbiamo voluto creare un momento qualificante anche per rafforzare il senso di appartenenza alla Federazione. Aver portato dei giovani ad un appuntamento così importante come un Congresso Nazionale, significa renderli partecipi di quanto avviene all’interno della Femca Cisl, a partire proprio dal momento in cui vengono eletti i vertici nazionali che guideranno il sindacato nei prossimi anni.”

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto