ESTORSIONE AI CIARELLI
Carmine ritratta, processo rinviato a ottobre

Shares
Tribunale

Tribunale

LATINA – Ha ritrattato in aula Carmine Ciarelli nell’ambito del processo che vede sul banco degli imputati Mario e Matteo Baldascini e poi Ettore Mendico insieme a Giuseppe Viccaro e Umberto Gori per associazione a delinquere finalizzata alle estorsioni. In aula davanti al Collegio Penale è stato ascoltato Ciarelli per degli episodi avvenuti nel capoluogo pontino a metà degli anni Novanta quando secondo le accuse Mendico, in concorso con i fratelli Matteo e Mario Baldascini e poi Salvatore Cantiello, avrebbe tentato un’estorsione ai danni di Carmine e Antonio Ciarelli che nel 1996 avevano denunciato gli episodi ai carabinieri, Ciarelli in aula ha detto che se fossero arrivati nel regno dei Ciarelli sarebbero usciti a pezzi. Il pm dell’Antimafia Polino ha chiesto l’acquisizione dei verbali, l’udienza è stata rinviata al 17 ottobre.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto