I LOVE APRILIA
Giornata conclusiva di “Sentirci al sicuro”

I_love_aprilia_foto1APRILIA – È il giorno di I Love Aprilia, la manifestazione giunta alla sua seconda edizione, che impegnerà fino a sera gli studenti al teatro Europa. L’iniziativa, alla fine dell’anno scolastico, rappresenta la giornata conclusiva del progetto Sentirci al Sicuro.

Gli studenti, con l’aiuto di James Fox, la volpe della sicurezza logo della manifestazione, con il gioco e le attività di gruppo, stanno apprendendo nozioni di educazione civica e buone pratiche di sicurezza e legalità, per non cadere nelle insidie che possono nascondersi per strada come sul web.

Questa mattina al teatro Europa sono intervenuti il Sindaco f.f. Antonio Terra, gli Assessori agli Affari Generali Luigi Bonadonna e alla Pubblica Istruzione Fabio Malecchi, il tenente Gianfranco Caracciolo referente dell’Ufficio Aprilia Sicura, e altri rappresentanti dell’amministrazione per giocare insieme ai ragazzi ai quiz sulla sicurezza.

«L’anno scorso – ha detto sul palco del teatro Europa il Sindaco f.f. Antonio Terra – di fronte allo straordinario successo del progetto e della festa finale al teatro Europa ci siamo impegnati a dare continuità al progetto stesso affinché diventasse un appuntamento fisso per le nuove generazioni che, grazie alla collaborazione tra istituzioni, scuola e famiglia, imparano presto le regole del vivere in una società civile e rispettosa, ma anche a riconoscere ed evitare comportamenti che possono comportare dei rischi. Siamo veramente soddisfatti dei risultati raggiunti in questi anni. La sicurezza in questo caso è vista in un’altra ottica rispetto ad iniziative come la riqualificazione del Parco Manaresi o l’installazione dei primi impianti di videosorveglianza in Piazza Roma, al cimitero comunale o al parcheggio della stazione di Campoleone. Qui l’obiettivo è educare e prevenire e, in questo senso, il gioco e l’aggregazione sociale svolgono un ruolo essenziale. James Fox, la nostra volpe della sicurezza, in pochi mesi è diventato un vero eroe positivo per i nostri ragazzi».

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto