SCONCERTO PER IL SUICIDIO DEL CARABINIERE
Una storia finita all’origine del gesto

carabinieri_aprilia_2-2APRILIA – Profondo sconcerto per il suicidio di un carabiniere avvenuto ieri ad Aprilia. Il militare avrebbe dovuto sposarsi a luglio , ma il tarlo di una ex non lo abbandonava, così ieri si è sparato alla testa togliendosi la vita.

Salvatore Amato, 38 anni da compiere, originario di Palma in Campania ha raggiunto Via Muzio Clementi, ha suonato alla porta dell’abitazione in cui la donna viveva con il marito che aveva scoperto la relazione ha chiesto di entrare per un chiarimento e al diniego di questi, dopo una breve discussione a distanza,  ha tirato fuori la sua pistola d’ordinanza e si è sparato alla tempia morendo sul colpo.

Ascoltati in caserma a lungo moglie e marito per ricostruire l’accaduto. Sconvolti i colleghi, l’appuntato che dava nell’occhio per il suo pizzetto biondo diverso dal colore dei capelli, lavorava al nucleo operativo e radiomobile del reparto territoriale ed era molto conosciuto. Nulla faceva presagire un gesto del genere. Nelle prossime ore sarà effettuata l’autopsia.

 

1 Commento

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto