TOUR DEI BORGHI A CARSO
Amabile Altobello, la prima nata

Borgo Carso, il matrimonio della prima nata di Littoria (foto Dictascripta)

Borgo Carso, il matrimonio della prima nata di Littoria (foto Dictascripta)

LATINA – Nuova tappa nel tour dei borghi di Latina organizzato dal centro di comunicazione Dicta&Scripta nell’ambito del progetto editoriale che porterà alla pubblicazione di una serie di guide storico turistiche, curate da Rita Calicchia, riguardanti i centri dell’agro pontino. Dopo l’anteprima generale a Piana delle Orme e la prima tappa a Borgo Santa Maria, venerdì 31 maggio alle ore 18.00 (caffetteria del borgo) sarà la volta di Borgo di Carso.

“Borgo Carso fu costruito dall’Opera Combattenti ed inaugurato nel 1933 – ricorda Calicchia – . Da queste parti si è svolta  parte dell’azione di redenzione del territorio e non solo dal punto di vista idraulico. Qui vicino, sulla via Appia, fu costruita una delle prime cinque stazioni sanitarie della Croce rossa Italiana per la cura della malaria e il vicino Casal delle Palme ospitò la prima scuola per contadini dell’Agro affrescata da Duilio Cambellotti ed intitolata a Giovanni Cena.La presentazione a Borgo Carso sarà anche occasione per un bell’amarcord con la signora Amabile Altobello, prima nata di Littoria, la cui storia d’amore con Adelino Soldà, fece sognare una intera generazione di italiani all’epoca, con il presentatore Mario Riva e le sorelle Fontana a fare da cassa da risonanza ad un evento che conquistò subito le prime pagine dei giornali”.

La signora Amabile Altobello rievocherà la sua storia venerdì sera, e con lei interverranno il consigliere comunale Roberto Lodi ed altri testimoni, custodi di una nobile storia che Dicta&Scripta si sente impegnata a valorizzare e tramandare.

Il progetto borghi di Dicta&Scripta è patrocinato dal Comune di Latina, dalla Provincia, dalla Regione Lazio e dal Consorzio di Bonifica dell’Agro Pontino e che aderisce alla campagna nazionale Il Maggio dei Libri, che si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto