UNIVERSO LATINA
Giancola: “E’ questo il metodo che la Regione adotterà”

rosa-giancola-225x300LATINA – La consigliera regionale della lista Per il Lazio Rosa Giancola ha partecipato questa mattina alla presentazione del progetto Universo Latina lanciato da Confindustria alla presenza dei rappresentanti di tutte le istituzioni locali.

“Lo studio presentato oggi da Confindustria – dichiara Rosa Giancola – va esattamente nella direzione di un metodo di lavoro inedito che la Regione Lazio vuole inaugurare: un monitoraggio accurato e puntuale della situazione esistente ma anche la costruzione di una programmazione concreta di sviluppo del territorio attraverso una fase operativa di dialogo tra tutti gli attori sociali ed economici. Questa giornata è il segno che Latina merita un’attenzione particolare. Se è vero che l’Italia, e il territorio pontino di conseguenza, sono dentro una tempesta, allora è tempo che le istituzioni imparino a convivere con le variazioni climatiche. Per governare un sistema economico tanto liquido occorre altrettanta elasticità”.

La proposta lanciata durante il tavolo Confindustria, di creare una cabina di regia è stata accolta con particolare favore dalla consigliera regionale, che ha ribadito la necessità di allargare la partecipazione non solo alle organizzazioni sindacali ma a tutti gli attori sociali ed economici, comprese le associazioni. “Solo attraverso un modello di rete come quello proposto oggi da Confindustria – aggiunge Rosa Giancola – è possibile governare la complessità del sistema economico attuale e programmare uno sviluppo concreto. Ma creare una rete significa anche, per istituzioni, sindacati e attori economici, perdere una piccola parte della propria struttura o del proprio primato. Siamo disposti a questo per confluire su un terreno condiviso di sviluppo economico? La Regione, come ha sottolineato l’assessore alle Attività Produttive Guido Fabiani, farà la sua parte impegnando risorse economiche e capacità di ascolto. Occorre poi rendere realmente attiva questa cabina di regia con la più ampia partecipazione possibile del territorio”.

 

 

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto