GLI EDILI DI LATINA CONTRO SOGIN
” Su decommissioning non rispettati gli accordi”

Shares
Davide Palazzo presidente della Sezione edili di Confindustria Latina

Davide Palazzo

LATINA – Se si dovessero tirare le somme di quanto siano state coinvolte, nei programmi realizzativi per la decommissioning delle centrali nucleari di Latina e del Garigliano, le Imprese del territorio da parte della Sogin ci troveremmo davanti un risultato davvero striminzito.

A due anni di distanza dai Protocolli d’intesa firmati con le Organizzazioni imprenditoriali del territorio, con un clamore e un battage pubblicitario degni di miglior sorte, possiamo veramente affermare che “la montagna ha partorito il topolino”.

Le promesse mirabolanti circa le ricadute sull’economia per la crescita quali-quantitativa dell’Imprenditoria locale, che sarebbe stata chiamata a cimentarsi su standard e livelli più elevati – una sorta trampolino di lancio per il miglioramento delle performance aziendali – si sono dimostrate di scarso contenuto.

Sostanzialmente si sarebbe dovuta alzare l’asticella in modo che le Imprese pontine ne approfittassero per crescere, anche fuori del territorio, accompagnate, anzi tenute per mano, dalla Sogin.

Invece, ci troviamo sostanzialmente con un pugno di mosche, pochissime aziende coinvolte, spesso in attività d’importo e attività marginali, anche perché se si sale di valore l’appalto diventa appannaggio della Consip e in questo caso non basta essere accreditati Sogin, ma occorre vincere l’appalto della prima.

Ora, al di la del grande sforzo mediatico che puntualmente viene compiuto con dispiegamento di risorse e mezzi davvero notevoli, poco o nulla si costruisce nelle realtà locali che rimangono tributarie di pesanti servitù e vincoli e non usufruiscono del giusto ristoro.

La possiamo definire l’ennesima presa in giro. Sarebbe auspicabile che almeno il sistema politico locale si rendesse conto dell’ulteriore predazione, ponendosi al fianco degli Imprenditori e non del più forte.

 

3 Commenti

3 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto