EX SCM
Ad CosmoPharma: “Ok l’occupazione, ma lasciateci lavorare”

Shares

ScmLATINA SCALO – Dopo le dichiarazioni di lavoratori e sindacati, ora interviene l’Amministratore di CosmoPharma srl, Chiara Tintisona, che sottolinea come lo stato di cose che si è venuto a creare non fa altro che aggravare lo stato di crisi in atto sul territorio. Il problema è che, nonostante l’occupazione dei lavoratori della SCM sia legittima e condivisibile, l’agitazione che va avanti ormai dallo scorso 30 maggio sta seriamente danneggiando i lavoratori della CosmoPharma. Ai cinquanta lavoratori, tra diretti ed indiretti della CosmoPharma, è vietato entrare in azienda e questa situazione sta creando disagi produttivi, amministrativi e, non meno importanti, di sicurezza. All’interno della CosmoPharma, infatti, ci sono sostanze nocive che, ormai da due settimane, nessuno può andare a controllare. All’allarme sicurezza si unisce anche quello sociale perché il perdurare dell’occupazione del sito sta facendo perdere commesse all’azienda che, soprattutto in un momento economicamente difficile come questo, non può permettersi di essere inoperosa per così lungo tempo. Oltre ai lavoratori della SCM, a quel punto, sarebbero a rischio anche i lavoratori della CosmoPharma. Nessuno chiede di interrompere l’occuapzione – spiega la Tintisona – ma abbiamo bisogno di proseguire la nostra attività.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto