FORMIA CONTROLLA ACQUALATINA
Rubinetti ancora a secco

Shares
Formia

Formia

FORMIA – Primi caldi e rubinetti asciutti. Sono decine le segnalazioni giunte in Comune da parte di cittadini residenti nei quartieri di Penitro e Maranola alle prese negli ultimi giorni con disservizi idrici. A Penitro, l’acqua è mancata totalmente nelle aree collinari. Parzialmente a Maranola e nella zona bassa di Penitro, dove i cittadini hanno dovuto far fronte al disagio nelle ore serali.  «E’ scandaloso – commenta il primo cittadino Sandro Bartolomeo – che Acqualatina abbia sospeso ancora una volta il servizio senza dare alcun preavviso. Solo grazie alla ricognizione effettuata dagli uffici comunali abbiamo appurato le cause tecniche dei disservizi cui non è stato peraltro opposto alcun intervento sostitutivo. E’ l’ennesima dimostrazione delle inadempienze del gestore. Dobbiamo anche dire – aggiunge – che, appena insediati in Comune, non abbiamo trovato neanche un settore deputato al controllo della gestione operativa di Acqualatina. L’aumento delle tariffe e il maxidebito da 95 milioni di euro contratto con la Depfa Bank sono gli unici atti realizzati dal Comune di Formia negli ultimi anni». Nei prossimi giorni, fa sapere Bartolomeo, l’amministrazione incontrerà i vertici operativi di Acqualatina per un chiarimento sulla vicenda. Nel caso venissero appurate infrazioni al contratto, dice, «non esiteremo ad applicare more economiche al gestore».  «Istituiremo un servizio di monitoraggio e controllo sia sull’erogazione dell’acqua che sulla depurazione – conclude il primo cittadino –. Il tempo degli sconti è finito».

 

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Alto